Il sensore ISOCELL Bright HMX da 108 MP di Samsung è stato annunciato dal produttore lo scorso agosto, per poi debuttare nel mercato montato da Xiaomi sul suo Mi Note 10. Ora il colosso della Sud Corea, in un post pubblicato sul sito ufficiale, entra nel dettaglio di quelle che sono le innovazioni, ovvero le funzionalità avanzate, integrate in questo sensore fotografico.

Samsung ISOCELL Bright HMX da 108 MP

L’elevatissimo numero di pixel di questo sensore consente di scattare foto più nitide e dettagliate, anche in condizioni di scarsa illuminazione e anche qualora si effettui uno zoom o il cropping. Un risultato frutto non solo degli oltre 100 milioni di pixel, ma anche della dimensione del sensore di 1/1.33 pollici e dei singoli pixel da 0,8 micrometri che consentono di far entrare una maggior quantità di luce, per risultati ottimali anche in ambienti poco illuminati.

Fondamentale è il ricorso alla tecnologia ISOCELL Plus, un altro componente chiave alla base di ISOCELL Bright HMX. Si tratta di un’avanzata tecnologia di isolamento dei pixel che riduce al minimo la perdita ottica e impedisce che ogni pixel di 0,8 μm venga contaminato dai colori di quelli adiacenti. Posizionando una barriera attorno a ciascun pixel, questa tecnologia rappresenta un notevole miglioramento rispetto ai precedenti sensori retroilluminati (BSI), che erano sensibili al degrado della qualità dovuto alla diafonia dei pixel. Gli ingegneri hanno sostituito la barriera metallica che precedentemente non aveva dato buoni risultati con un nuovo materiale innovativo che riduce al minimo la perdita ottica e la riflessione della luce.

Altrettanto fondamentale è il ricorso alla tecnologia denominata Smart-ISO, che consente al sensore di selezionare in modo intelligente i livelli di amplificazione del segnale in base alle condizioni di illuminazione, rendendo le fotocamere più versatili in una più vasta gamma di ambienti.

C’è poi la tecnologia Tetracell, un algoritmo avanzato riorganizza i pixel in modo intelligente, in base alle condizioni di illuminazione, unendo gruppi di quattro pixel in un unico pixel e consentendo di trasformare pixel di 0,8 μm in pixel di 1,6 μm.

L’autofocus Super PD (Phase Detection) consente invece di calcolare rapidamente la distanza di un oggetto e ottimizzare automaticamente la messa a fuoco.

Samsung Galaxy S11

Il sensore ISOCELL Bright HMX da 108 megapixel dovrebbe essere montato sui prossimi Samsung Galaxy S11 e Galaxy S11e, mentre per il Galaxy S11+ dovrebbe avere un sensore differente. Ad anticiparlo è stato il noto tipster IceUniverse su Twitter:chiamato ISOCELL Bright HM1, il sensore offre sempre la stessa risoluzione ma è in grado di combinare 9 pixel adiacenti in uno, anziché 4 (tecnologia Nonacell), riuscendo così a convertire pixel da 0,8 μm in pixel da 2,4 μm, migliorando ancora di più la qualità delle fotografie scattate in condizioni di scarsa illuminazione.

Fonte:Samsung