Samsung Galaxy S10, e dunque anche Galaxy S10+ ed S10 Lite, potrebbero avere finalmente un data di presentazione definitiva. Come anticipato da precedenti indiscrezioni, il grande lancio sarebbe previsto durante il Mobile World Congress 2019. Inoltre, sarebbero trapelati anche i prezzi di vendita dei device all’interno del Regno Unito.

Galaxy S10: quando arriva e quanto costa

La presentazione ufficiale della gamma di flagship sarebbe prevista per il 20 febbraio 2019. Il lancio avrebbe luogo dunque proprio durante il MWC, l’evento di importanza mondiale, che ogni anno porta a Barcellona tutte le novità in ambito mobile.

All’ufficializzazione dei primi tre modelli dovrebbe seguire, dopo qualche mese, l’arrivo di Samsung Galaxy S10+ nella versione con supporto alla connettività 5G. Tuttavia non è ancora noto quando sarebbe previsto il lancio, anche se si pensa che ci sarà entro la prima metà del 2019.

Nelle ultime ore, sul Web è comparso anche un listino prezzi che riporterebbe il costo dei diversi modelli – con i rispettivi tagli di memoria – all’interno del Regno Unito. Si partirebbe da circa 700€ per Galaxy S10 Lite con 128GB di storage fino a più di 1500€ per Galaxy S10+ con ben 1TB di memoria interna. Ecco i prezzi, con cambio da Sterlina ad Euro:

  • Galaxy S10 Lite: 746€ per la versione da 128GB;
  • Galaxy S10: 890€ per il taglio di memoria da 128GB e 1115€ per la versione con 512GB di storage interno;
  • Galaxy S10+: 1000€, 1225€ e 1560€ per – rispettivamente – 128GB, 512GB ed 1TB di memoria.

Cifre, almeno quelle previste per il modello con più memoria, che si avvicinano pericolosamente ad una barriera di prezzo fino ad ora sfondata unicamente dagli smartphone Apple. Certo, si tratta di valori riportati al cambio a partire da listini non ufficiali. Dunque gli interrogativi sono parecchi, anche se un ulteriore balzo in avanti dei prezzi – già anticipato quest’estate da Samsung Galaxy Note 9 – non sarebbe certamente una sorpresa inaspettata.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum
    Fonte: Gizmodo