L’85% dei Galaxy Note 7 difettosi è stato rimpiazzato in Corea del Sud. Lo ha annunciato la Korean Agency for Technology and Standards. Visto che Samsung ha venduto 456.000 unità nel paese asiatico, significa, facendo due conti, che sono stati 389.000 i dispositivi che sono stati sostituiti o che abbiano dato diritto al rimborso.

Samsung logo
Samsung Logo

Samsung conferma, infatti, che le unità scambiate sono state 252.000, 21.000 sono stati i contratti annullati e il restante numero ha dato luogo al rimborso dovuto. Restano quindi 70.000 unità non ancora sostituite (Samsung attende che i loro possessori si facciano avanti). Resta inteso che, malgrado ci siano stati presunti casi di esplosioni su unità nuove, Samsung continuerà a sostituire esclusivamente quelle unità che sono state vendute prima della sospensione del 15 settembre.