La controversia tra Research in Motion, produttore di Blackberry e l’azienda americana NTP non si è ancora risolta. Sembrava che l’accordo fosse stato raggiunto con la condanna di RIM al pagamento di 450 milioni di dollari per l’infrangimento di alcuni accordi relativi a copyright detenuti da NTP, ma si è arrivati ad un impasse con Research in Motion che ha denunciato la mancata volontà della controparte a finalizzare gli accordi.
La situazione potrebbe portare al blocco delle vendite dei dispositivi Blackberry in tutto il Nord America anche se RIM ha sorpreso i mercati finanziari con l’annuncio dell’avvenuto sviluppo di una tecnologia che consentirebbe alla casa di aggirare i blocchi imposti da NTP, continuando così la commercializzazione dei propri apparecchi.
Al momento RIM non ha rilasciato ulteriori dettagli riguardo alla nuova tecnologia, limitandosi solo a comunicare che sarà compatibile con tutta la serie Blackberry.