Il Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori, meglio conosciuto come Codacons, esprime delusione per i provvedimenti assunti dall'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.

"Agli utenti italiani non interessa una diffida agli operatori perché garantiscano la dovuta trasparenza, interessa che la rimodulazione tariffaria sia bloccata del tutto – afferma il Presidente Codacons, Carlo Rienzi – Né appaiono una vittoria i procedimenti sanzionatori avviati, visto che se si arriverà a delle multe il loro importo sarà sicuramente irrisorio rispetto al danno economico subito dai cittadini”.

“La modifica delle tariffe dei due operatori deve essere assolutamente e integralmente bloccata dalle autorità competenti – prosegue Rienzi – in caso contrario avvieremo le dovute azioni sia sul fronte legale, sia sul fronte di un mega-boicottaggio, con milioni di utenti che migreranno verso altri gestori”.