Attenzione appassionati di tutto il mondo: Activision sta per rilasciare un aggiornamento gratuito per Call of Duty: Warzone che vi consentirà di giocare in contemporanea con altri 200 utenti in modalità multi-players in una sfida adrenalina a tempo limitato. Se pensavate che il gioco fosse già maturo e cotto a puntino, arriva adesso un update che vi farà passare ore ed ore incollati alla console.

Call of Duty: Warzone, ora vi divertirete di più

L’aggiornamento è stato rilasciato alle 23:00 dell’orario americano; da noi dovrebbe corrispondere alle 08:00 di stamane, quindi… controllate! In precedenza, Verdansk era stato limitato a soli 150 giocatori in una singola partita, quindi l’aggiunta di ulteriori 50 utenti extra adesso dovrebbe scuotere ulteriormente lo status quo delle cose, anche per i  “veterani della battaglia”.

Ricordiamo che Call of Duty: Modern Warfare è stato un successo incredibile, continuando a vendere benissimo anche dopo mesi e mesi dal rilascio globale del titolo; la versione stand-alone free-to-play COD: Warzone poi, continua a riscuotere un apprezzamento da parte dell’utenza pari a quello della controparte, migliorandosi di mese in mese.

Di fatto, il battle royale è una categoria di giochi che ultimamente sta conquistando il cuore di amanti del genere, ma anche dei neofiti. Sono sempre più i giochi che presentano gameplay simili; pensiamo a Fortnite, PUBG, giusto per citarne qualcuno.

Call of Duty invece, è un franchising annuale, quasi storico secondo qualcuno; a tal proposito citiamo l’arrivo nel corso dell’estate del nuovo capitolo della saga che Activision ha in serbo di rilasciare. Secondo delle voci trapelate nelle scorse settimane, il gioco potrebbe chiamarsi Call of Duty: Black Ops Cold War e, come reca la dicitura, potrebbe essere ambientato all’epoca della guerra fredda, portando con sé diverse novità. Non ci resta che attendere per aver più informazioni, sperando che non sorgano problemi di alcun tipo in fase di sviluppo, come invece ipotizzavano le voci di corridoio emerse finora.

Fonte:WindowsCentral