BlackBerry sta tornando e con un nuovo smartphone dotato di modem 5G che trainerà l’azienda fuori dall’impasse in cui è finita negli anni precedenti. Questa volta sarà OnwardMobility l’azienda che si occuperà di far tornare l’azienda ai tempi in cui era un punto di riferimento nel settore mobile.

BlackBerry 5G: si ritornerà agli antichi fasti?

Dopo l’accordo conclusosi con TCL nel febbraio di quest’anno (nota azienda che produce Alcatel e Palm), adesso sarà compito di OnwardMobility far recuperare il terreno perso ad un brand come BlackBerry; sfida di certo non semplice.

Finora tutte le aziende che hanno posseduto il marchio si sono sempre attenute al tipo di formula che da anni contraddistingue i BlackBerry: tastiera fisica, lunga durata della batteria e occhio di riguardo verso la produttività.

TCL non è mai riuscita a realizzare un prodotto che includesse il modem 5G e sarà la nuova azienda a farlo. Tale compagnia è composta da veterani nel settore mobile e aziendale che mirano a creare “le soluzioni per dispositivi più complete e sicure che ci siano in giro. I professionisti sono desiderosi di prodotti 5G affidabili che consentano la produttività senza sacrificare l’esperienza utente”, ha dichiarato Peter Franklin, CEO di OnwardMobility in un comunicato.

Gli smartphone BlackBerry sono noti per la protezione delle comunicazione e per la privacy dei dati. Questa è un’incredibile opportunità per la compagnia di portar uno smartphone 5G con un brand storico al seguito.

Il device stesso sarà alquanto ampio in termini di dimensioni; sarà basato su Android, avrà una tastiera fisica e supporto alla connettività 5G. Ci sarà una suite complementare sulla sicurezza del software, con una gestione sicura del workflow, una crittografia avanzata per i documenti e altre funzionalità destinate ai professionisti aziendali che hanno amato in passato i BlackBerry di RIM.

Nello specifico la progettazione e la costruzione del telefono sarà affidata a FIH Mobile, sussidiaria di Foxconn, che realizzerà per OnwardMobility il nuovo dispositivo BlackBerry in Nord America. L’azienda afferma che:

FIH Mobile progetterà e produrrà i dispositivi BlackBerry secondo rigide linee guida per garantire l'integrità dei componenti, dei dispositivi e della catena di fornitura.

Dovremo aspettare fino alla prima metà del 2021 per vedere cosa escogiteranno le due società. Sicuramente l’idea di un nuovo telefono Android con modem integrato e tastiera fisica piacerà ai clienti di vecchia data, ma saprà conquistare il cuore dei nuovi utenti, troppo abituati alla completezza di Android e alla comodità di iOS? 

Fonte:Slashgear