N

elle ultime ore un magazine tedesco aveva parlato della possibilità che BenQ vendesse i propri stabilimenti di telefonia cellulare in Asia ed Europa affidandosi sempre di più all’outsourcing per i telefonini.
Alcuni media hanno infatti riportato dichiarazioni di Eric Yu, CFO di BenQ che definiscono prive di fondamento le voci su vendite e che BenQ si è limitata a trasferire in Cina la produzione di uno stabilimento di Taiwan (accreditato di meno del 10 per cento del totale di cellulari BenQ), con l’intenzione di convertirlo in un centro di tecnologia.