Se la notizia venisse confermata, si tratterebbe di una politica pressoché nuova per Apple: secondo alcuni analisti di mercato, l’azienda di Cupertino starebbe acquisendo una società produttrice di semiconduttori Anobit, situata ad Herzliya Pituach in Israele e fondata nel 2006.

 

La cifra dovrebbe aggirarsi sui 400-500 milioni di dollari, e si tratterebbe di un interessante affare per Tim Cook per i 95 brevetti di cui la Anobit è proprietaria, e soprattutto per la tecnologia MSP (Memory Signal Processing) implementata dall’azienda israeliana stessa.

 

In particolare, Apple sarebbe interessata ad acquisire la tecnologia relativa al controller flash incorporato MSP20xx, pensato ed implementato per tablet e smartphones, attraverso cui è possibile ottenere un netto miglioramento della performance della memoria.

 

La home page di Anobit
La home page di Anobit

 

Apple non è solita ad acquisire imprese che producono hardware, poiché guardando nel passato sono solo quattro le società di questo tipo ad essere passate sotto il controllo di Cupertino: NeXT (di Steve Jobs), Intrinsity, Raycer Graphics e P.A. Semi.

 

Si tratterebbe della prima acquisizione dell’era Cook.