A quanto pare, i futuri occhiali della Apple – o per meglio dire gli Apple Glass – potrebbero rendere l’esperienza della realtà aumentata più coinvolgente grazie a un supporto audio 3D.

Apple Glass: nuovo brevetto

La realtà virtuale nei giochi e la realtà aumentata sono diventati sempre più popolari negli ultimi tempi e gli addetti ai lavori cercano costantemente il modo per rendere l’AR sempre più credibile e vicino al mondo che le persone vedono. Pertanto, il realismo aggiunto da un audio accurato potrebbe rendere i sistemi creati digitalmente ancora più autentici.

Ad esempio, le interazioni fra gli utenti e gli oggetti prodotti artificialmente migliorerebbero: se la maggior parte delle cuffie stereo offre una differenziazione tra base sinistra e destra, un sistema audio virtuale riprodurrebbe il suono in modalità 3D, modificando le proprietà degli effetti sonori per imitare le distorsioni prodotte da diversi fattori.

Questo incipit per introdurre qualche dettaglio sul nuovo brevetto di Apple intitolato “Head related transfer function selection for binaural sound reproduction“, che i colleghi di Appleinsider definiscono in questo modo:

Apple ritiene che (ndr il brevetto) possa migliorare l’effetto del posizionamento del suono virtuale 3D, contemplando quella che viene definita la funzione di trasferimento correlata alla testa (HRTF). Questi sono effettivamente una coppia di filtri acustici per ciascun orecchio, che caratterizzano la trasmissione del suono in un ambiente, da un punto all’orecchio.

Sfortunatamente, il brevetto di Apple mostra solo l’interesse dell’azienda in questo campo, senza fornire alcuna garanzia di creazione concreta dell’originale sistema (la società statunitense presenta numerose domande di brevetto su base settimanale e molti di questi progetti non sono utilizzati in prodotti o servizi tangibili).

Il brevetto, per i più curiosi, cita anche gli inventori del progetto, vale a dire Darius A. Satongar, Jonathan D. Sheaffer, Martin E. Johnson e Peter V. Jupin.

Fonte:Appleinsider