Secondo quanto si apprende, il colosso di Cupertino potrebbe adottare una strategia simile a quella avuta con l’iPhone per la sua prima vettura EV intelligente denominata “Apple Car“. Nel frattempo si legge che i colloqui con le case automobilistiche sembra che non stiano dando i frutti sperati.

Apple Car potrebbe essere prodotta come l’iPhone

Apple potrebbe utilizzare la sua vecchia e fedele strategia vista su iPhone per la sua prossima auto. Questa strategia coinvolge fondamentalmente l’azienda che progetta l’oggetto internamente, si procura i propri componenti e, infine, lavora con i produttori a contratto per assemblarlo per la vendita.

Secondo un rapporto di Bloomberg, il gigante di Cupertino potrebbe decidere di adottare questa “politica simil-iPhone” anche per la sua prima automobile. In altre parole, l’OEM americano potrebbe scegliere di lavorare con un produttore a contratto meno noto per costruire la sua Apple Car. La notizia arriva dopo che i colloqui con i marchi automobilistici affermati si sono rivelati un “buco nell’acqua”. Per l’azienda, ci sono tre opzioni principali per la costruzione della propria auto:

  • La collaborazione con una casa automobilistica esistente;
  • Costruire le proprie strutture ex-novo;
  • Cooperare con produttori a contratto come Foxconn.

Per chi non lo sapesse, Apple aveva recentemente discusso con una nota casa automobilistica, Hyundai, e la sua controllata, per un potenziale accordo riguardante la sua prima auto. Ma sembra che la partnership, al momento, sia fuori discussione. Se le trattative fossero andate avanti, la società avrebbe probabilmente sviluppato un sistema autonomo per il veicolo insieme al design degli esterni e degli interni e alla tecnologia di bordo. Il brand automobilistico invece, si sarebbe occupato della produzione finale del mezzo EV.

In termini più semplici, l’azienda di Tim Cook avrebbe effettivamente chiesto ad una società esterna di costruire la struttura di un’auto ma senza applicare il proprio marchio. Inoltre, il produttore di iPhone desidera persino re-immaginare il concetto di una vettura e di come è realizzato ogni suo aspetto: il sedile, il corpo e anche altre parti. Siamo convinti che la compagnia ci riuscirà ma mancano ancora diversi anni prima di vedere una soluzione come questa.

Fonte:Bloomberg