Secondo quanto riferito, sembra che Apple abbia contattato Nissan per stipulare un’eventuale partnership per la sua prima auto a guida autonoma, ma i colloqui sembrano essersi conclusi dopo un primo rapido disaccordo.

Apple: dopo il rifiuto di Hyundai, Kia, arriva quello di Nissan

È stato recentemente confermato che i colloqui del gigante di Cupertino con Hyundai Motors e la sua affiliata Kia Motors relativi alla cooperazione per la realizzazione della prima Apple Car dell’azienda non si sono mai concretizzati. Ora, un nuovo rapporto emerso in rete ci suggerisce che la società americana si era avvicinata anche a Nissan.

Di fatto, si legge che il brand di Tim Cook aveva contattato il costruttore nipponico di automobili per stipulare una collaborazione per lo sviluppo della Apple Car, ma il rapporto afferma che la discussione non sia andata a buon fine. Dopo un primo colloquio preliminare infatti, la relazione non è passata oltre.

Si dice che ci fosse un battibecco tra le aziende per quanto concerne il marchio per l’auto autonoma di Apple. Fonti interne affermano che il gigante americano voleva auto a marchio Apple, il che avrebbe declassato Nissan come mero fornitore di hardware.

Sembra proprio che la compagnia di Cupertino non riesca a stipulare una joint venture con nessuna casa automobilistica per quanto riguarda lo sviluppo della sua prima auto a guida autonoma, denominata ufficiosamente “Apple Car” o “Project Titan”, come si legge in rete.Sembra che le azienda vogliano stare lontane da Apple per paura di divenire “le Foxconn dell’industria automobilistica“.

Sebbene la società non stia collaborando con Apple, Ashwani Gupta, chief operating officer di Nissan, afferma che la compagnia è aperta a esplorare partnership con gruppi tecnologici per adattarsi al passaggio ai veicoli connessi e alla guida autonoma.

Recentemente, abbiamo riferito che Apple sta procedendo ad un ritmo alquanto sostenuto per la sua tecnologia per auto autonome e mira a produrre un veicolo commerciale alimentato dalla rivoluzionaria tecnologia delle batterie dell’azienda già nel 2024. Tuttavia, alcuni analisti affermano che una data più realistica per la produzione in serie possa essere in realtà, il 2028.

Fonte:Gizmochina