<

span>Wind ha annunciato la sottoscrizione di un Protocollo di intesa per l’avvio della procedura di Conciliazione Paritetica con le Associazioni dei Consumatori italiane iscritte al CNCU (Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli Utenti).
Questo accordo ha come obiettivo la risoluzione in via extragiudiziale dei contrasti con i clienti, riducendo i tempi del contenzioso.

La Conciliazione Paritetica è una negoziazione tra le parti rappresentate da un conciliatore di Wind ed un rappresentante di una delle Associazioni dei Consumatori, scelta dal cliente.
I due conciliatori si confronteranno, in posizione di assoluta parità, per trovare un accordo soddisfacente.
I clienti Wind che abbiano presentato un reclamo senza ottenere una risposta soddisfacente, entro i termini previsti dalla Carta dei Servizi, potranno fare domanda di conciliazione, compilando un modulo disponibile online (www.155.it), presso gli uffici di Conciliazione della sede di Wind di Roma, presso le sedi territoriali delle associazioni dei Consumatori e relativi siti internet.
"Trasparenza, correttezza e credibilità – ha detto l’Amministratore Delegato di Wind, Paolo Dal Pino, sottoscrivendo l’accordo – sono i requisiti su cui punta la società nel rapporto con gli utenti. È uno strumento di grande efficacia quello che abbiamo condiviso oggi con le Associazioni dei Consumatori che dimostra la nostra volontà di operare nell’ottica del miglioramento continuo nel rapporto con i clienti che rappresentano il nostro patrimonio più importante. La conciliazione paritetica permetterà di risolvere in tempi rapidi per i consumatori, il contenzioso, che ci auguriamo possa essere sempre più contenuto".