3 Italia lancia 3EXPERT, la nuova iniziativa basata sul Web 2.0 con l’obiettivo di creare nuove opportunità di partecipazione e coinvolgimento dei clienti. 3XPERT rappresenta anche un canale utile alla community di “3” per ottenere informazioni e consigli ed essere aggiornati su tutto ciò che riguarda 3 Italia e il mondo della telefonia. L’iniziativa è rivolta ai clienti “3” appassionati di tecnologia e social network che vogliono mettersi in gioco diventando 3XPERT.

3EXPERT

Il 3XPERT dovrà rispondere – entro un’ora dall’assegnazione – alle domande estratte dalle pagine ufficiali Facebook e Twitter di 3 Italia. Se riceverà valutazioni positive da parte di chi ha posto i questiti, Il 3XPERT guadagnerà punti utilizzabili per ottenere fino a 200 euro di ricariche gratuite al mese. Ogni tre mesi i 3XPERT più bravi potranno poi vincere uno smartphone o un tablet top di gamma.
 
Per diventare 3XPERT basta rispondere ai questionari on-line nei giorni di martedì 11 marzo (alle ore 13 o alle 19) o di giovedì 13 marzo (alle ore 10 o alle 14) collegandosi alle pagine Facebook o Twitter di 3 Italia. Sarà possibile scegliere uno tra i due questionari a seconda della “materia” in cui si è più bravi: “Prodotti e servizi 3” o “Tecnologia e Terminali”. Il tempo a disposizione per complere il test di selezione è di un’ora e mezza. I più veloci e preparati diventeranno 3XPERT per tutto il 2014.
 
“Continuiamo a investire sul Web 2.0 e sui social media perché riteniamo che la Rete rappresenti uno strumento utile ad arricchire e migliorare la relazione fra l’azienda e il cliente. Il Web è infatti il luogo ideale per incontrare e capire le esigenze dei clienti ma è anche il luogo dove i clienti possono condividere le loro esperienze e conoscenze a beneficio della community”, ha dichiarato Fabio Marra, Customer Care Vice President di 3 Italia. “Con questa iniziativa vogliamo premiare e valorizzare le competenze dei nostri clienti che seguono la continua evoluzione della tecnologia e dei prodotti “3” diventandone dei veri e propri esperti”.