I migliori smartphone rugged sono resistenti all’acqua e alla polvere e i loro robusti gusci esterni sono in grado di resistere a cadute e urti accidentali. Questo li rende ideali per l’utilizzo mentre si lavora all’aperto. Se ti piacciono le attività all’aria aperta come l’escursionismo, l’arrampicata o la vela, questi smartphone robusti potrebbero essere gli strumenti essenziali che ti terranno connesso indipendentemente da dove ti trovi.

Ulefone Armor 7E

Caratteristiche tecniche di alto livello e qualità generale dei materiali medio alta fanno di questo Ulefone Armor 7E, uno smartphone rugged che risulta una soluzione sicuramente percorribile nel segmento dei medio gamma. Sulla parte anteriore del device c’è una fotocamera, dedicata ai selfie, da 16 MP. La fotocamera principale, sul comparto posteriore, ha una definizione pari a 48 megapixel con un’apertura focale f/1.7, più altri due sensori di cui un teleobiettivo. Il dispositivo può registrare file video in 4K. Lo schermo da 6.3 pollici contiene un pannello di tipologia LCD TFT. Sotto la scocca l’elaboratore principale è un SoC Helio, un octa-core con 2,2GHz di clock, affiancato da 4 GB di RAM e 128GB di storage. Capiente, secondo noi, la batteria da 5500 mAh che arriva a coprire una giornata di utilizzo intenso, arrivando a durare anche più di un giorno facendone un uso leggero.

Blackview BV9700 Pro

Più potente di un medio gamma e più economico di un device di fascia altissima, Blackview Bv9700 Pro è il dispositivo Blackview per tutti coloro i quali cercano un buon trade-off tra prestazioni e prezzo. Si configura come un valido smartphone rugged se si ha intenzione di far proprio un telefono destinato a durare nel tempo. Sulla piastra madre troviamo il chipset ARM da 8 core e 2GHz di frequenza di clock, supportato da 6 GB di RAM e uno spazio di archiviazione di 64 GB. Sul lato posteriore di Blackview Bv9700 Pro spicca una fotocamera principale da 15 megapixel, la cui apertura focale è pari a f/1.75. Grazie alle specifiche del comparto fotografico posteriore è possibile filmare clip video in FullHD. 8.0 megapixel sono la dotazione che Blackview ha previsto sul reparto fotografico anteriore di questo smartphone. Il display da 5.8 pollici poggia su un pannello di tipo LCD TFT resistente ai graffi. Blackview Bv9700 Pro è alimentato una batteria da 4380 mAh, che sembrerebbe in grado di offrire una buona autonomia energetica grazie anche a diverse forme di ottimizzazione software. Va tenuta in considerazione, tuttavia, la differenza tra capacità della batteria e autonomia della stessa: ottimizzazione software e abitudini d’uso (app in uso, streaming, elaborazioni grafiche, web app e quant’altro) sono variabili fondamentali che ogni utente deve tenere in considerazione sulla base del modo in cui utilizza il dispositivo.

Caterpillar Cat S61

Non delude questo Caterpillar CS61, uno smartphone rugged che sembra essere concretamente all’altezza delle aspettative. Al suo interno monta un processore Qualcomm Snapdragon 630 da 8 core e 2.1GHz di frequenza di clock, insieme a 4 GB di RAM e uno spazio di archiviazione interno di 64 GB. Buona, secondo noi, la batteria da 4500 mAh che copre una giornata di utilizzo molto intenso, arrivando a durare anche più di un giorno facendone un uso leggero. La sola misurazione dei milliampereora non è sufficiente per definire una misura reale dell’autonomia garantita, tuttavia è da questo valore che occorre partire per tentare di immaginare la reale capacità di durata di un device al netto di abitudini d’uso e ottimizzazione software. La fotocamera principale, a dar corpo al potenziale di scatto del device, consente scatti con una definizione di 16 Megapixel. Grazie alla capacità dei sensori in dotazione è possibile girare filmati in 4k. Sulla parte anteriore del dispositivo è dislocata una fotocamera, dedicata ai selfie, da 8.0 megapixel.

Ulefone Armor X3

Distinguersi nell’immensa offerta del mercato dei medio di gamma è cosa sempre più complessa, ma questo Ulefone Armor X3 sembra avere tutte le qualità necessarie per emergere tra gli smartphone rugged. Troviamo all’interno una corposa batteria da 5000 mAh che gli permette di arrivare senza grandi problemi alla fine di una giornata, oppure anche di due giorni con un uso medio. Sulla parte anteriore del dispositivo c’è una fotocamera, dedicata ai selfie, da 4.9 MP. Sul lato posteriore di Ulefone Armor X3 spicca una fotocamera principale da 8 megapixel, il cui sensore ha apertura focale pari a f/1.80. Grazie alle potenzialità delle fotocamere posteriori è possibile fare video in FullHD. Al suo interno il suo cuore pulsante è un processore, un quad-core con 1.2GHz di clock, accanto a 2 GB di RAM e 32 GB di spazio di archiviazione.

Cubot King Kong

Uno smartphone rugged che unisce una batteria capiente (ben 4400 mAh) a un processore non troppo esigente in termini energetici e che quindi non fatica particolarmente ad arrivare alla fine anche della seconda giornata con una singola carica. La ricarica non è, secondo la nostra opinione, particolarmente veloce, ma almeno non dovrete metterlo in carica così spesso. Sul lato posteriore di CUBOT King Kong si evidenzia la fotocamera principale da 13 megapixel avente una focale pari a f/2.20. Grazie alla tecnologia della dotazione di bordo è possibile fare video in FullHD. Sul frontale è integrato un sensore dedicato ai selfie da 8.0 megapixel. Al suo interno troviamo il chipset da 4 core e 1.2GHz di frequenza di clock, affiancato da 2 GB di RAM e 16 GB di spazio di archiviazione.

Blackview BV5500 Pro

Quando bisogna minimizzare la spesa, Blackview Bv5500 Pro è uno smartphone rugged di gamma bassa che si candida come una delle soluzioni appetibili, diventando così una prospettiva valida per quanti acquistano con una attenzione particolare al prezzo ed al miglior compromesso tra costo e qualità.

La fotocamera principale, sul lato posteriore, offre una capacità pari a 8 MP con un’apertura focale f/2.00. Con un’apertura focale relativamente ampia è possibile ridurre la profondità di campo e ottenere così un effetto bokeh convincente senza dover far leva solo sugli algoritmi di intelligenza artificiale. Tutto ciò si fa apprezzare soprattutto quando si scatta un ritratto. Il device ha la possibilità di girare video in FullHD. 4.9 megapixel sono la dotazione che Blackview ha previsto sul reparto fotografico anteriore di questo telefono. Il display di 5.5 pollici si basa su un pannello LCD TFT con protezione antigraffio. Blackview Bv5500 Pro è alimentato una batteria da 4400 mAh, che sembra capace di offrire una buona autonomia energetica grazie anche a diverse forme di ottimizzazione software. Sotto lo chassis c’è il processore da 4 core e 2GHz di frequenza di clock, affiancato da 2 GB di RAM e una memoria di massa di 16 GB.