Esistono moltissimi tipi di droni ottimi per fare le foto dall'alto, ed è difficile sceglierne uno. Per questo abbiamo redatto una guida comprensiva di modelli che soddisfano le diverse necessità. Dai professionali agli economici, ecco quindi quali sono i migliori droni da acquistare, selezionati dalla nostra redazione di Telefonino.net.

DJI Mavic 2 Pro

Il drone DJI Mavic 2 Pro ha una fotocamera 4k integrata di qualità eccellente, con una risoluzione di 20MP e sensore da 1 pollice, che è più grande rispetto ai sensori montati su altri droni. C’è un obiettivo integrato con apertura molto ampia da f/2.8, per fare video anche quando le condizioni di luce non sono ottimali, o di sera.
È anche possibile registrare in HDR e LOG, per poter catturare maggiore gamma dinamica e colori flat, per gestire meglio il colore in post.
Possiamo scegliere la modalità 4k, 2k o Full HD 1080p, e in 2k è possibile registrare a 60 fps.
La stabilizzazione dell’immagine è formidabile, la camera è montata su un gimbal che permette di mantenere l’immagine ferma, senza necessità di stabilizzare in post. Ottimo anche per manovrabilità, il DJI Mavic Pro 2 è un drone che si guida facilmente tramite il controller e l’applicazione DJI GO. Basta aprire il joystick, inserire lo smartphone e l’applicazione si apre automaticamente.

Autel EVO II

Autel EVO II: questo modello è in grado di registrare filmati addirittura in 8k e permette di catturare filmati eccezionali in 4k 60 fps, e anche per fotografia la fotocamera integrata permette di scattare immagini molto ben definite e dai colori bilanciati. Il software è comodo per effettuare operazioni manuali di cambio delle impostazioni, quindi ottimo per i videomaker e fotografi professionisti che prediligono il controllo sui parametri di scatto.
La maggiore grandezza del corpo centrale è dovuta principalmente all’implementazione di una batteria da 7.100mAh, capace di offrire un tempo di volo da 33 minuti effettivi. Ci sono sensori sia sui lati che sulla parte superiore, per evitare di schiantare il velivolo addosso agli ostacoli, più i sensori ultrasonic e le luci LED per agevolare la fase di atterraggio.

DJI Mavic Air 2

DJI Mavic Air 2: un modello qualità prezzo capace di realizzare filmati e foto con buona risoluzione, colore e dettaglio.
Ha una fotocamera da 48 megapixel, ed un’apertura da f/2.8, per una buona riuscita delle immagini.
Per realizzare foto quando la scena presenta una gamma dinamica molto elevata, la modalità HDR è utilissima. Il drone scatta 7 foto diverse a 7 diverse esposizioni (bracketing) per poi unirle insieme e recuperare le informazioni sia degli highlight che delle ombre in maniera corretta. Il drone può scattare foto in RAW, ed è quindi molto buono per raggiungere risultati fotografici di alto livello.

PowerVision PowerDolphin

PowerVision PowerDolphin: il drone è provvisto di un sacco di funzionalità. Innanzitutto, è in grado di viaggiare sia in superficie che sott'acqua, a renderlo effettivamente un piccolo sottomarino pilotato a distanza.
Il robot acquatico è in grado di rilevare pesci fino a 40 metri di distanza. Una volta rilevata la presenza di pesci, libera automaticamente l’esca e quando il pesce abbocca è in grado di trascinarlo a riva. Il drone ha un’autonomia di circa due ore con una sola carica, e la velocità massima di cruising è di 5 metri al secondo.

DJI Mini 2

DJI Mini 2: un vero portento in funzionalità e qualità immagine. È quello che consigliamo più di tutti ad un pubblico amatoriale, per la facilità di utilizzo e la qualità fotografica e video.
Il nuovo controller è eccezionale, si tratta di un joystick che supporta lo smartphone sulla parte superiore. Il Mini 2 risulta molto facile da operare, consigliatissimo per chi inizia.
I motori sono stati migliorati, sia in potenza che in ottimizzazione della batteria. Il risultato è che questo drone sente meno il movimento del vento, e la batteria dura un minuto in più rispetto al Mini prima versione. I colori e i dettagli delle foto sono apprezzabili, e c’è la possibilità di scegliere tra JPG e RAW, ad accontentare anche i fotografi che preferiscono più libertà in fase di correzione dell’immagine.