Già lo scorso anno Asus ci aveva proposto Zenfone 8, che portava delle dimensioni compatte e maneggevoli unite a prestazioni elevate, ma quest’anno l’azienda taiwanese è riuscita a fare di più e a portare sul mercato uno smartphone ancora più ottimizzato, con prestazioni al top ed un software gradevole, migliorando anche la resa fotografica e l’audio ma senza rinunciare alle dimensioni contenute. Zenfone 9 si propone come il top di gamma compatto, una nicchia in cui non esiste una vera concorrenza se non – forse – con il Pixel 6a di Google. Vediamo nel dettaglio questo nuovo gioiellino di Asus.

Confezione e Design

Già dalla confezione di vendita di Zenfone 9 notiamo che Asus quest’anno pone un occhio attento all’ambiente, riducendo drasticamente l’utilizzo di plastica e colle ma utilizzando solo carta riciclata e stampa ad inchiostro di soia, sicuramente un fattore che va a differenziarsi dalla maggior parte dei produttori di smartphone. All’interno, oltre allo smartphone, troviamo un caricabatteria PD/PPS da 30W, un cavo USB-C, una cover in policarbonato rigido nero e lo strumento estrattore della SIM.

Con un frame in metallo ed una elegante copertura in tessuto nella parte posteriore, disponibile nelle colorazioni blu e rosso oltre che bianco e nero, Zenfone 9 mantiene le dimensioni decisamente ridotte e pari a 146,5×68,1×9,1mm per un peso di soli 169 grammi. Non solo dimensioni compatte, ma anche una leggera angolatura della scocca che ne rende l’impugnatura ancora più confortevole, ed un grip migliore dovuto al materiale posteriore, mentre il vetro 2.5D della parte frontale crea un passaggio gradevole e non spigoloso quando si passano le dita per le gesture.

Davanti abbiamo il display SuperAMOLED da 5,9”, con risoluzione FHD+ e refresh fino a 120Hz , ma anche molte altre proprietà come l’elevata densità di 445ppi e la luminosità fino a 1100nits per una visione ottimale anche alla luce diretta del sole. La protezione è garantita dal più recente Gorilla Glass Victus, mentre al solito non mancano la selfie-cam con supporto al face-unlock all’interno di un forellino in prossimità dell’angolo sinistro e la capsula auricolare con funzione da secondo altoparlante stereo in corrispondenza dello spigolo superiore.

Sul retro troviamo una dual-camera con sensori abbastanza grandi e vistosi, per riuscire a contenere tutto l’hardware che Asus vi ha inserito, oltre ad un LED flash. Ai lati invece abbiamo: il jack audio da 3,5mm e un microfono per la cancellazione dei rumori in alto; il tasto smart di accensione con sensore d’impronta e altre funzioni, ed il bilanciere del volume a destra; la porta USB-C, la griglia altoparlante, il microfono principale e lo slot per le due nano SIM in basso.

Dobbiamo dire che il display, nonostante le dimensioni ridotte, ha davvero un’ottima qualità. Ormai ci siamo abituati a valutare positivamente i display di dimensione maggiore di 6,5”, ma qui anche al di sotto dei 6 pollici abbiamo un pannello in grado di riprodurre immagini e colori di alta qualità, con una gamma che raggiunge addirittura il 112% del DCI-P3 e un tempo di risposta inferiore al millisecondo, oltre all’ormai più comune supporto all’HDR10+ per la visione di film in streaming.

Aggiungiamo poi l’audio stereo con certificazione Hi-Res Audio, gestito da due amplificatori lineari Qualcomm Aqstic, un DAC dedicato e la calibrazione in collaborazione con Dirac, che arricchisce ulteriormente l’esperienza d’uso sia che si ascolti musica che si guardino video. L’altoparlante superiore ha dimensione di 10x12mm con3 magneti, mentre quello inferiore è da 12x16mm ed arriva a ben 7 magneti. Con un hardware di questo livello non potevamo non riscontrare un audio di ottima qualità sia in vivavoce che in cuffia, quindi un altro punto a favore di Asus e di questo smartphone piccolo e potente.

Segnaliamo poi la certificazione IP68 che rende Zenfone 9 resistente ad immersioni e polveri, così da non doverci preoccupare se vogliamo usarlo al mare o in piscina.

Caratteristiche

Il motore di Zenfone 9 è il più recente chipset flagship, parliamo del Qualcomm Snapdragon 8+ Gen 1, un octa-core a 4nm fino a 3,2GHz con grafica Adreno 730, con 8GB o 16GB di RAM LPDDR5 e 128GB o 256GB di memoria di archiviazione UFS 3.1. Presente anche un buon sistema di raffreddamento, con camera di vapore e multistrato di grafene, rame e pasta termica, in grado di tenere sotto controllo le temperature nonostante le dimensioni ridotte del terminale.

Ed in effetti non possiamo che constatare che le prestazioni del sistema sono davvero valide, con fluidità che permangono anche durante sessioni di gioco e multitasking avanzato, e temperature che riescono a rimanere all’interno del range nonostante il caldo di questi giorni.

Fra le connettività abbiamo, oltre al supporto alle reti 5G, la presenza del WiFi 6E tri-banda, del Bluetooth 5.2 con supporto ai protocolli audio a bassa latenza (aptX HD, aptX Adaptive, LDAC, …), NFC, GPS dual-band e supporto a tutti i sistemi globali di navigazione. Fra i sensori invece non mancano luminosità, prossimità, accelerometro, giroscopio con supporto ARCore, magnetometro.

Ottima anche la vibrazione, con un feedback aptico decisamente valido grazie al motore lineare su asse X.

La batteria da 4300mAh riesce ad arrivare addirittura a quasi due giorni completi di utilizzo, grazie alle ottimizzazioni software implementate da Asus. E la ricarica da 30W non è fra le più veloci nei flagship phones, ma indubbiamente è la più veloce negli smartphone compatti come lo Zenfone 9, che implementa anche le tecnologie tipiche dei ROG Phone per una carica più efficace e in grado di limitare il surriscaldamento. Assente la ricarica wireless.

Il sistema operativo è Android 12 arricchito dalla ZenUI 9, una interfaccia che mantiene la grafica di Android stock compreso il Material You e utilizza le app di Google anziché duplicarle. Fra le peculiarità di Zenfone 9 troviamo poi il tasto smart, che ci permette di interagire con lo smartphone con pressione doppia o prolungata e con movimenti slide personalizzabili, e il doppio tap sulla scocca posteriore per eseguire un’operazione, anche qui customizzabile.  Per quanto riguarda gli aggiornamenti Asus ci ha confermato l’arrivo di due future versioni di Android.

Fotocamera

Fra i principali passi in avanti di questo nuovo Zenfone 9 troviamo il comparto fotografico, che porta Asus ad un livello superiore e proietta il terminale fra i migliori camera phone del 2022. Il merito è sicuramente dei sensori scelti, ma a questi si aggiunge un sistema gimbal a 6 assi che permette una stabilizzazione ancora più precisa e la possibilità di avere video e foto in lowlight o con lunga esposizione sempre perfette.

Il sensore principale è un Sony IMX766 da 50MP, sensore già apprezzato in altri smartphone caratterizzato da una dimensione 1/1,56″, pixel da 1µm e binning 4-in-1, apertura f/1.9, focale equivalente di 25mm per una visione di 84,6°, zoom digitale 8x e autofocus PDAF omnipixel omnidirezionale, in grado di registrare video fino a 8K@24fps o 4K@60fps; a questo si aggiunge un sensore ultra-grandangolare Sony IMX363 da 12MP con dimensione 1/2,55″, pixel da 1,4µm, apertura f/2.2, focale equivalente di 14,4mm per una visione di 113°, dual-PDAF e supporto alle macro da 4cm.

Per i selfie invece abbiamo un sensore Sony IMX663 da 12MP con dimensione 1/2,93″, pixel da 1,22µm, apertura f/2.45, focale equivalente di 27,5mm per una visione di 76,5°, dual-PDAF e video fino a 4K@30fps. Proprio così, anche la selfie-cam ha l’autofocus, cosa molto rara nel panorama smartphone anche di fascia alta.

Interessante poi l’adozione dell’apprezzata tecnologia OZO Audio per la riduzione dei rumori durante la registrazione video, che fa uso dei due microfoni integrati.

Apprezziamo la scelta di Asus di implementare un sistema a due fotocamere eliminando la zavorra dei sensori macro e Bokeh che non danno un vero valore aggiunto ma che vengono spesso usati solo per aumentare il numero di obiettivi. Meglio usare lo spazio a disposizione per tecnologie che danno un contributo reale alla resa fotografica, come il gimbal a 6 assi che, a differenza di un normale stabilizzatore ottico OIS, si muove insieme al sensore e garantisce un’ampiezza di stabilizzazione più che tripla.

La presenza del gimbal permette anche di implementare nuove modalità di scatto a lunga esposizione, qui chiamata modalità scia luminosa e suddivisa in cinque opzioni per catturare traffico, graffiti luminosi, cascate, flusso di persone e scie celesti. L’interfaccia per le foto di scie luminose è fra le migliori che abbiamo visto su uno smartphone, con la possibilità di scegliere il tempo di esposizione e scattare così immagini particolarmente suggestive.

Molto buona la resa fotografica anche in lowlight, e buoni i video che possono arrivare fino a 1080p con la stabilizzazione gimbal, oppure fino a 8K con stabilizzazione elettronica EIS.

Prezzo

Asus Zenfone 9 è disponibile sul sito ufficiale Asus, presso tutti gli Asus Gold Stores e nei negozi Unieuro al prezzo consigliato di:

  • €799 per la versione con 8+128GB di memoria;
  • €849 per la versione con 8+256GB di memoria, nelle colorazioni bianca e nera;
  • €899 per la versione con 16+256GB di memoria, solo nella colorazione nera.

Fino al 17 agosto sarà possibile acquistare la versione 8+128GB ad un prezzo scontato di €729.

Conclusioni

Dopo alcune settimane di utilizzo possiamo dire senza dubbio che questo Zenfone 9 ci è piaciuto davvero molto. Sebbene chi vi scrive è abituato ad usare smartphone dal display ben più ampio e gradisce i cosiddetti padelloni, la compattezza dello Zenfone 9 è sicuramente un valore aggiunto che ci permette di tenerlo facilmente in tasca o in qualsiasi comparto dello zaino durante le escursioni.

La potenza garantita dallo Snapdragon 8+ Gen 1, il display brillante e ben visibile abbinato con l’audio stereo di elevata qualità, e la buona autonomia sono fattori che rendono uno smartphone desiderabile, ma qui vogliamo evidenziare l’enorme passo in avanti che Asus ha compiuto sulla resa fotografica, grazie all’adozione del gimbal e all’implementazione delle nuove modalità di scatto. Il prezzo ben al di sotto dei 1000 euro lo rende poi ancora più appetibile.

Asus ha anche lanciato una serie di nuovi accessori, come un pratico Smart Backpack Mount che avremmo avuto piacere di provare ma che purtroppo non sappiamo se sarà mai disponibile nel nostro paese.

In conclusione, non possiamo che consigliare l’acquisto dello Zenfone 9 a tutti coloro i quali cercano uno smartphone compatto che non scenda a compromessi prestazionali.

Dati tecnici

Tipo di sim card supportata 2 nano-SIM
Supporta On the GO per le periferiche USB
Tipologia dual sim dual stand-by
Supporta e-sim
Supporta dual sim
Capacità (mAh) 4300
Tipo di batteria LiPo
Ricarica rapida
Ricarica wireless
RAM 16 GB
Memoria interna 256 GB
Memoria esterna
GPS
Sistemi GPS supportati Glonass,Galileo,Beidou,A-GPS
Clock 3.2 GHz
Chipset Qualcomm Snapdragon 8 Gen 1 (8 core)
Reti supportate EDGE,UMTS,HSDPA,HSUPA,GPRS,LTE,5G
Nome GPU Adreno 730
Pixel per Inch (ppi) 445
Luminosità in NITS (candele/mq) 1100 NITS
Rapporto d'aspetto 20:9
Protezione Gorilla Glass Victus
Schermo pieghevole
Tipo di pannello Super AMOLED
Diagonale 5,9"
Risoluzione 2400x1080
Interfaccia utente ZenUI
Sistema Operativo Android (12)
NFC
HDMI
Infrarossi
Funzioni Bluetooth A2DP/LE/EDR/aptX HD
WiFi WiFi 6E
USB Type-C v2.0
Bluetooth v5.2

Foto e video

Numero sensori 1
Risoluzione massima
1 12Mpx
Frame rate (fps) 30
Messa a fuoco PDAF
Apertura focale 2.4,,,,
Massima risoluzione video 2160p
* specifiche per sensore
Numero sensori 2
Raw
Flash LED Flash
Grandangolo
2 1
Risoluzione massima
1 50Mpx 2 12Mpx
Frame rate (fps) 30
Messa a fuoco PDAF
Stabilizzatore
1 OIS+EIS 2 EIS
Apertura focale (f)
1 1.9 2 2.2
Massima risoluzione video 4320p
Zoom
1 Ibrido(2x)
* specifiche per sensore

Multimedia

DTS
aptX - presenza della tecnologia qualcomm per il BT wireless low latency
Dolby Atmos
Hi-Res Audio
Audio Stereo
Low Latency Audio
DAC Audio dedicato

Sensori

Sblocco con riconoscimento facciale
Impronta digitale
Sensore impronta sotto il display
Riconoscimento iride
Bussola
Barometro
Giroscopio
Accelerometro
Prossimità/Luminosità