Il presidente della compagnia cinese ZTE Ni Fei ha appena svelato in anteprima, anticipando la sua conferenza che si terrà nelle prossime ore presso il MWC Shanghai, una nuova tecnologia relativa alle fotocamere anteriori poste sotto il display.

ZTE: selfiecam under-display di nuova generazione, ci siamo!

Per chi non lo ricordasse, sappiate che ZTE è stato uno dei primi OEM di telefonia mobile ad adottare la selfiecam under-display su uno smartphone commerciale. Ora, l’azienda cinese sembra aver migliorato la suddetta tecnologia e pare che la introdurrà con il nuovo terminale Axon 30 Pro che, al contrario dell’Axon 20, sarà un prodotto di fascia alta con Snapdragon 888 di Qualcomm sotto la scocca.

In vista del lancio del nuovo dispositivo, Ni Fei, Presidente della Business Unit di ZTE e Presidente della Nubia Technology, ha confermato che la tecnologia della fotocamera sotto il display di prossima generazione sarà presentata ufficialmente durante un evento che si terrà all’interno del MWC di Shanghai.

Tuttavia, il boss dell’azienda non è riuscito a trattenersi e ha spoilerato l’arrivo di questa feature con un post su Weibo emerso nelle scorse ore. Stavolta pare che la lente sotto il pannello non dia problema alcuno e sembra che sarà capace di offrire una qualità dell’immagine superba.

Questa nuova feature dovrebbe essere la prima a utilizzare la luce strutturata 3D sotto lo schermo. Dato che l’Axon 30 Pro presenterà questa nuova caratteristica, si dice che questo sarà un telefono premium, con specifiche tecniche incredibili e SoC di bordo Snapdragon 888 di Qualcomm. Anche la qualità degli scatti dovrebbe essere di un certo livello, a quanto pare.

Ricordiamo che l’Axon 20 5G è stato il primo smartphone dotato di un sensore fotografico sotto lo schermo sviluppato da Visionox. Anche per la versione più recente, ci aspettiamo che ZTE abbia usufruito della sua partnership con l’azienda produttrice di pannelli. Avremo maggiori informazioni in merito tra poche ore, quando ZTE sarà in scena al MWC Shanghai; restate connessi.

Fonte:Weibo