Xiaomi Redmi Note 10 Pro è l’ultimo dei device di fascia medio alta sfornato dal colosso cinese. Parte di una gamma più ampia di smartphone, è il modello di punta della serie. Ce l’abbiamo fra le mani, l’abbiamo appena spacchettato, ed ecco le nostre prime impressioni.

Xiaomi Redmi Note 10 Pro: prime impressioni

Nella bellissima colorazione Onyx Gray, all’apertura della confezione di si è palesato davanti uno smartphone dall’appeal premium, sobrio ed elegante. Unica nota dolente: lo spessore del comparto fotografico, come per Mi 11, è davvero abbondante.

Sul frontale, c’è un ampio pannello AMOLED da 6,67”, con al centro solo il foro per la selfie camera. Il vero spettacolo estetico però è sul posteriore, dove c’è l’imponente comparto fotografico con sensore principale da 108MP. Tutte le specifiche, puoi trovarle a questo indirizzo.

Dopo la configurazione iniziale, dopo aver impostato il lettore d’impronte digitali (che è alloggiato sul tasto laterale di accensione e spegnimento), è tempo di prendere confidenza con uno smartphone che – in realtà – chi usa prodotti Xiaomi, in fondo già conosce. A bordo c’è infatti MIUI 12 e sotto Android 11 e con i primi minuti d’uso l’esperienza è sembrata subito fluida, ma è presto per trarre qualsiasi conclusione.

Subito dopo aver fatto un giro sulle impostazioni, immediatamente mi sono accorta che c’era un aggiornamento software da fare, abbastanza corposo. Non resta quindi che finire di aggiornarlo e poi godere di quello che ha da offrire questo dispositivo. Appuntamento alla recensione completa!