Xiaomi Mi 9 è stato presentato il 20 febbraio in Cina ed introdotto nell’edizione internazionale il 24 dello stesso mese a Barcellona, in occasione del Mobile World Congress. Pochi giorni dal suo lancio e già il device sembra scalare le classifiche delle piattaforme di benchmark, a partire da AnTuTu, che gli assegna il primo posto per il mese di febbraio nella top ten cinese.

Xiaomi Mi 9 batte tutti

Con quasi 372.000 punti, il nuovo flagship del colosso cinese supera di quasi 20.000 punti il secondo in classifica, ovvero Lenovo Z5 Pro GT. In terza posizione Nubia Red Magic Mars, mentre bisogna arrivare alla quarta per incontrare Huawei Mate 20 Pro ed alla quinta per Honor V20: i due device sembrano condividere un punteggio molto simile.

In sesta e settima posizione ci sono ancora device Huawei con Mate 20X ed Honor Magic 2. In ottava spunta ROG Phone mentre nono e decimo classificati sono device Xiaomi: rispettivamente, BlackShark Helo e Mi 8.

Insomma, sembra che per il mese di febbraio, la top ten cinese secondo AnTuTu sia decisamente dominata da smartphone Huawei (compreso il suo ebrand Honor) e Xiaomi. Fra qualche giorno arriverà la classifica internazionale, basata sui test eseguiti sugli smartphone di tutto il mondo, e siamo abbastanza persuasi che le posizioni potrebbero cambiare, ma crediamo che non sia difficile ritrovare Mi 9 al primo posto anche nella top ten global. Del resto, solo pochi giorni fa ha dimostrato di battere Samsung Galaxy S10 Plus e Huawei Mate 20 Pro. Sembra essere secondo solo ad iPhone XS Max.

Sotto la scocca di Xiaomi Mi 9 batte un cuore pulsante costituito dal processore Qualcomm Snapdragon 855, ma – da solo – il suo potenziale non basta a permettere al flagship di essere così performante: c’è ben più del solo fattore hardware alla base del successo del neonato top di gamma.

Fonte: Gizmochina