Xiaomi Mi 9 è stato presentato ufficialmente in queste ore in Cina, così come era stato ampiamente preannunciato: uno smartphone destinato alla fascia dei top di gamma caratterizzato da un design elegante, completo di una buona dotazione sia in termini di comparto fotografico che di potenza. Il tutto a un prezzo decisamente allettante, tanto da meritarsi il primo “wow” della platea durante la presentazione in grande stile con tanto di pianoforte in sottofondo.

Xiaomi Mi 9: caratteristiche

Sul nuovo Xiaomi Mi 9 troviamo un processore Qualcomm Snapdragon 855 che sembrerebbe essere in grado di garantire prestazioni migliori di praticamente ogni altro smartphone Android attualmente in commercio (ma anche degli iPhone). Dal punto di vista del sistema operativo è installato Android 9 Pie arricchito dall’interfaccia personalizzata MIUI 10.

Per quanto riguarda il comparto fotografico, interessante la funzione Moon Mode, utile per scattare foto a oggetti e soggetti lontani durante le ore notturne, così come la presenza di una fotocamera frontale da 20 megapixel che ricorre all’intelligenza artificiale per migliorare la qualità dei selfie. L’ampio display da 6,39 pollici ha risoluzione Full HD+ e pannello AMOLED, con un buon 90,7% di rapporto schermo-superficie frontale.

Xiaomi Mi 9

Sul retro troviamo invece tre fotocamere: un sensore primario Sony IMX586 da 48 megapixel con ottica composta da sei lenti e apertura massima f/1.75, un secondo sensore da 12 megapixel per lo zoom ottico 2x con apertura f/2.2 e un terzo da 16 megapixel con apertura f/2.2 e lente grandangolare.

Confermate inoltre altre specifiche tecniche dello Xiaomi Mi 9, come il sistema di ricarica della batteria da 3.330 mAh ultra-rapido che supporta anche la modalità wireless e il lettore d’impronte digitali in-display. In più Mi 9, a differenza del predecessore Mi 8, torna ad essere dotato di sensore a infrarossi.

Confermata poi la presenza di tre configurazioni: da quella base con 6 GB di RAM e 64 GB di memoria interna, a quella da 8 GB di RAM e 256 GB di memoria interna, fino ad arrivare alla Explorer Edition con 12 GB di RAM. Dal punto di vista estetico sono tre le colorazioni disponibili: Lavander Violet, Blue e Black.

Prezzo e disponibilità

Con l’avvio immediato della fase di pre-ordine, le prime spedizioni del nuovo smartphone Xiaomi sono previste per il 26 febbraio nel paese asiatico, mentre per l’Italia non sono ancora disponibili date certe. Infine, per quanto riguarda i prezzi (protagonisti di rumor nella giornata di ieri), al momento il produttore ha svelato solo quelli validi per la Cina, ma dovrebbero essere per lo più confermati anche per l’Italia evidenziando un ottimo rapporto qualità-prezzo: si va dai 420 euro della versione base ai 520 euro per quella più ricca.

Xiaomi Mi 9 Explorer Edition

Chi non ha problemi di budget può spingersi fino a 785 euro per mettere mano alla particolare Explorer Edition visibile qui sotto, con scocca posteriore in parte trasparente: un “nude look” sicuramente originale, che offre al device sicuro appeal.

Xiaomi Mi 9 Explorer Edition

In questa edizione cambiano alcune caratteristiche della scheda tecnica: sette lenti (non sei) per la fotocamera posteriore principale da 48 megapixel, ben 12 GB di RAM e capienza della batteria che scende a 3.200 mAh.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum
    Fonte: Xiaomi