Gli ultimi rumo relativi all’entry-level della gamma Mi 11 sono chiari: il nuovo dispositivo potrebbe essere dotato di una lente periscopica e di un inedito chipset Qualcomm denominato “SM7350“. Ebbene sì: il colosso cinese pare che si stia preparando per lanciare diverse varianti del flagship annunciato a dicembre dello scorso anno. A febbraio arriverà infatti il Mi 11 Pro e il Mi 11 Lite, unitamente alla release MIUI 12.5 per molti device facenti del brand.

Mi 11 Lite: economico ma ricco di funzionalità esclusive

Ricordiamo che Xiaomi ha rilasciato l’ammiraglia Mi 11 negli ultimi giorni del 2020 e gli ultimi leaks indicano che altri due telefoni si uniranno presto alla famiglia: Mi 11 Lite e Mi 11 Pro. Il primo dovrebbe essere leggermente meno potente e più economico. Oggi, un noto leakster cinese ha appena rivelato alcune delle sue specifiche di punta.

Secondo la fonte, il Mi 11 Lite avrà uno schermo OLED con un foro per una fotocamera selfie posto nell’angolo superiore sinistro, un processore Qualcomm SM7350, una cam principale da 64 MP e un sensore teleobiettivo 5X.

Ognuna di queste funzionalità sembra molto interessante: prima di tutto, non esiste ancora una piattaforma SM7350. Diversi utenti ipotizzano che si possa trattare dell’inedito Snapdragon 755G, un SoC basato sulla tecnologia di processo a 5 nm e pare che la sua CPU avrà un potente core Cortex-A78.

La cam principale da 64 MP sarà purtroppo un downgrade rispetto allo snapper principale da 108 Mpx del Mi 11, ma questa volta sembra che ci sarà un sensore periscopico a fargli compagnia. L’elegante teleobiettivo è un componente piuttosto costoso, ma Xiaomi pare che abbia realizzato un’ottica tele convenzionale con zoom 5X come quella del Mi Note 10.

Vedremo come si evolverà questa situazione una volta che Xiaomi annuncerà il dispositivo. Intanto, sappiamo che approderà sul mercato anche una super variante premium: il Mi 11 Ultra (o Pro Plus, che dir si voglia).

Fonte:Weibo