Secondo quanto si apprende, sembra che WhatsApp voglia copiare una funzione super osannata dagli utilizzatori di Telegram. In poche parole, l’azienda vorrebbe porre maggiore attenzione verso la privacy degli utenti, introducendo le famigerate foto che si auto-eliminano dopo pochi secondi (o minuti).

WhatsApp: la sicurezza al primo posto

Al momento il team di WhatsApp sembra essere al lavoro per rendere la nota app di messaggistica online tutta nuova, con features e funzionalità all’avanguardia che possano essere equiparate a quelle offerte dalla concorrenza (Telegram in primis). Il focus dei nuovi update (almeno nelle versioni beta del software) sembrano riguardare essenzialmente la privacy.

Ultimamente, il tema legato alla sicurezza dei propri dati sembra essere una mossa ricorrente per la compagnia, soprattutto dopo lo scandalo che ha coinvolto l’app un mese e mezzo fa e che ha portato alla migrazione da parte dei consumatori verso Telegram, il social di messaggistica online più completo che vi sia al momento.

Tornando alla nuova opzione appena scovata dai colleghi di WaBetaInfo, scopriamo che arriveranno finalmente le foto che si auto-distruggono quando si lascia la chat. Al momento la funzionalità sembra essere ancora in fase di sviluppo, ma non abbiamo ulteriori dettagli in merito. Sebbene si tratti di una beta, segnaliamo che questa non è disponibile al grande pubblico.

In poche parole, le foto non si potranno salvare e si elimineranno una volta che l’utente avrà chiuso la conversazione, volontariamente o meno. Tuttavia, ci potrebbe essere una soluzione a ciò: lo screenshot. Ad oggi, non ci sono tracce di un sistema volta ad impedire questa modalità, ma è presto per dire l’ultima. L’azienda potrebbe introdurre questa opzione all’ultimo minuto. Staremo a vedere.

Ma come funzioneranno le foto che si auto-eliminano? Bene: il meccanismo sarà identico (più o meno) a quello offerto da Instagram nei Direct. Ammettiamo che questa novità effettivamente era necessaria: speriamo possa venire presto implementata in una versione ufficiale del software.

Fonte:Twitter WABetaInfo