Il VoIP su cellulare attira intelligenze e sforzi italiani. Dopo la partnership Jajah-Funambol, arriva il servizio di Messagenet, che Telefonino.net ha provato. È un software la cui particolarità evidente è che si integra con la normale interfaccia Nokia, in modo quasi invisibile all’utente. Arriverà presto anche per l’iPhone (su App Store), ma in questo caso- come da obblighi per la piattaforma ufficiale Apple- il software funziona separato dalla normale interfaccia. Su iPhone, inoltre, funzionerà solo via WiFi, "per rispetto delle policy Apple", fanno sapere da Messagenet.

Il primo passo è registrarsi sul sito, poi attivare gratis un numero di telefono associato all’account, quindi indicare il proprio cellulare, da una lista non nutritissima (sono otto, della serie E ed N, quelli con cui il programma supporta il VoIP sia WiFi sia 3G; altri, solo via 3G). Dopo aver indicato il numero di cellulare, si riceve un sms per il download del software. I menu sono fatti apposta per automatizzare la connessione. Il software mostra infatti la lista di reti conosciute dal cellulare (WiFi e 3G) e chiede di selezionare quelle da utilizzare, indicando anche un ordine di priorità. Quest’ultima cosa non è possibile con il client Sip Nokia preinstallato in alcuni modelli (configurabile con vari servizi VoIP Sip). Client, per altro, che pecca spesso di instabilità, soprattutto in caso di ricezione di chiamate su 3G. Il software di Messagenet corregge quindi i limiti del client di Nokia, di cui però imita il vantaggio principale: l’integrarsi con l’interfaccia normale del cellulare.

Dopo aver lanciato l’applicazione, bisognerà infatti solo attivare il software, che in automatico cercherà di connettersi alla prima rete selezionata; se non è disponibile, passerà alla seconda in elenco eccetera. Questo processo, a dire il vero, potrebbe essere più immediato (con il client sip Nokia basta un clic per avviarlo e quello poi si collega in automatico alla rete). In particolare, è scomoda la procedura se bisogna usare una rete nuova, ancora non presente tra quelle conosciute. Abbiamo segnalato questi punti a Messagenet, che promette di lavorarci su.

In ogni caso, dopo, sul display del cellulare appare la scritta VoIP (con un quadratino se la connessione è WiFi e un puntino se è 3G). D’ora in avanti, ogni chiamata sarà tramite VoIP e per tornare alla normale rete bisognerà disattivare il servizio o chiuderlo. Ci sono anche opzioni per deviare la chiamate in arrivo sul numero di Messagenet; anche per in casi specifici (occupato o mancata risposta).

Messagenet ne approfitta per ridurre il prezzo ai numeri cellulare, ora a 16,2 cent iva inclusa e senza scatto alla risposta. È il prezzo più economico in Italia, al confronto con altri servizi VoIP e con le tariffe basic a consumo degli operatori mobili (Wind e Coop chiedono 17 cent al minuto senza scatto).

Messagenet occupa così uno spazio ancora poco affollato: quello dei servizi VoIP tramite banda larga WiFi o 3G e integrati con l’interfaccia del cellulare. Altri servizi, come Jajah e Geophonia, basano invece la loro semplicità d’uso sull’utilizzo di centralini gateway e della normale rete mobile. Il che ha come svantaggio costi più alti per le chiamate, rispetto al VoIP su WiFi/3G. Il vantaggio è che sono servizi utilizzabili ovunque e su qualsiasi cellulare, mentre Messagenet (come Fring e Skype) richiede specifici modelli, l’uso del WiFi o di 3G abbinato a flat.