Luca Rossetto, direttore generale di Vodafone, ha dichiarato questa settimana durante la presentazione a Roma dei servizi UMTS di Vodafone Live!, che l'azienda non ha cambiato i propri progetti per quanto riguarda lo sviluppo dell'UMTS, nemmeno quando c'erano forti timori che l'operazione si sarebbe tramutata in un grande insuccesso finanziario.

‘Copriamo attualmente il 30% della popolazione, proprio come previsto dai piani presentati subito dopo l'assegnazione e prevediamo di arrivare al 75-80% nel giro di 2 o 3 anni. Continuiamo a investire 400 milioni di euro all'anno sulle infrastrutture UMTS, l'Italia resta per noi uno dei mercati più promettenti e competitivi', ha dichiarato Rossetto, aggiungendo che l'azienda ha già attivato l'interconnessione per le videochiamate con 3 ed ha iniziato i test per effettuare quanto prima la stessa operazione con Tim.

Rossetto ha infine confermato che Vodafone non applicherà, a differenza di 3, politiche di blocco della SIM Card sui cellulari venduti, che ne impediscono l'utilizzo con le reti di altri operatori. La scelta appare per lo meno obbligata, visto che attualmente Vodafone sta vendendo a 649 euro il proprio cellulare UMTS Samsung SGH-Z105, senza quindi alcuna forma di sconto o sovvenzione che ne riduca il prezzo d'acquisto per il consumatore.