La società finlandese Cybelius
ha mostrato al CeBIT 2002 un particolare prodotto
detto Maestro. Si trattava di uno smart phone pensato appositamente per testare
nuove applicazioni mobili e per mettere a punto nuovi terminali.

Il Cybelius Maestro, infatti, permette,
grazie alla sua architettura aperta, di sviluppare nuovi concetti telefonici
e versioni di diversi programmi ed essere preparati all’avvento di nuove tecnologie
di comunicazione, grazie alle procedure di test. Il dispositivo comprende un
ambiente software perfettamente sviluppato per i professionisti del settore
e le aziende sviluppatrici.

L’aspetto focale di Maestro è aiutare
a mettere a punto prodotti software multi piattaforma, permettendo un notevole
risparmio di denaro alle aziende che lo utilizzeranno. La clientela alla quale
si rivolge tale prodotto sono industrial designer, grafici, ingegneri software,
programmatori, specialisti in localizzazione, supporto alla clientela e ricercatori.
Maestro è, quindi, un ottimo banco di prova per testare nuove soluzioni mobili
su di una piattaforma completamente aperta.

L’interfaccia di Maestro è molto
innovativa, simile ad un PDA, ma nello stesso tempo con notevoli funzioni multimediali,
tra le quali la compatibilità W-LAN, indispensabile in un prodotto nato per
testare soluzioni mobili all’intero di aziende, che possiedono quasi sempre
una rete 802.11b. Cybelius cerca, quindi, di imporsi a livello internazionale
come azienda fornitrice di sistemi di test software, hardware e dei componenti
per tutte le società interessate allo sviluppo di prodotti appositamente realizzati
per il mercato mobile.