È questo l'ultimo giorno di vita per tutte le SIM Blu in possesso ai clienti dell'ex quarto operatore che non hanno richiesta il passaggio a Wind. A partire da domani il roaming con Tim verrà chiuso e queste SIM saranno disattivate definitivamente ed in caso di ricaricabili il credito residuo verrà restituito al cliente, con modalità che la stessa Wind comunicherà presto.

Si chiude quindi la breve, ma intensa storia di Blu, il futuro che non c'era e non ci sarà. Eppure in questi pochi anni di vita Blu era riuscita a portare qualcosa di nuovo nel mercato della comunicazione mobile italiano, soprattutto nel rapporto tra cliente ed operatore, molte più stretto rispetto ai precedenti gestori. Ad ogni modo il 198, il numero di assistenza Blu, rimarrà ancora attivo per circa un anno, per fornire ancora assistenza agli ex clienti dello scomparso operatore.

Con la definitiva disattivazione delle ultime SIM Blu in Italia si torna ad avere tre operatori mobili attivi, con un quarto, però, oramai in procinto di esserlo. Proprio in corrispondenza della fine di Blu, infatti, 3 dovrebbe essere ormai pronta, ma il condizionale è d'obbligo, al lancio dei suoi innovativi servizi UMTS. La speranza è che tutti questi movimenti di vecchie nuovi operatori portino maggiore verve in un mercato oramai pressoché saturo e possano dare maggiori benefici a tutti gli utenti mobili.