Ha adesso tutti i crismi dell’ufficialità la fusione tra Palm ed Handspring, rivali di un tempo ed ora parte di una sola società, che si chiamerà PalmOne. Nel corso dell’annuale riunione degli azionisti è stata ufficializzata l’unione, ma anche la prima divisione, ovvero la nascita come società a se stante di PalmSource, finora sussidiaria di Palm e da oggi azienda a parte, che si occuperà unicamente dello sviluppo del sistema operativo Palm OS.

Palm distribuirà le quote in PalmSource a tutti gli azionisti di PalmOne e la loro posa alla Borsa di New York ha avuto inizio oggi. La fusione e la conseguente divisione si pongono nell’ambito della nuova strategia di Palm per rafforzarsi sul mercato della comunicazione mobile e per dividere Palm OS dal business dei terminali, che con l’acquisizione di Handspring può adesso puntare su di un’innovativa piattaforma wireless per smart phone e PDA phone, come dimostra il successo enorme che sta riscontrando il Treo 600, ultimo terminale venduto a marchio Handspring.

PalmOne continuerà a sviluppare nuovi terminali, sia solo PDA che PDA phone e nuovi smart phone, con un ritmo sempre più serrato. PalmSource. Invece, si preoccuperà unicamente della diffusione di Palm OS e del supporto ai sempre più numerosi licenziatari della piattaforma, per tornare ad essere nuovamente leader incontrastato del settore PDA e del nuovo mercato di PDA phone e smart phone.