Nokia, il gruppo finlandese leader mondiale nella produzione di telefonini, ha archiviato il quarto trimestre con un utile netto in calo del 13%, a 1,02 miliardi di euro, mentre le vendite sono cresciute del 3% a 9,06 miliardi. Nello stesso periodo dello scorso anno Nokia aveva registrato utili per 1,17 miliardi di euro, mentre le vendite erano state pari a 8,79 miliardi. Il calo dei profitti È causato dal ribasso dei prezzi di vendita finalizzato a battere la concorrenza di rivali come Motorola e Samsung;ciò nonostantel’azienda finlandese, che produce il maggiore numero di cellulari del mondo, prevede forti vendite per il primo trimestre grazie al miglioramento del mix dei prodotti. Nokia ha annunciato che proporrà ai soci un piano di riacquisto di azioni con una spesa fino a 5 miliardi di euro. Le previsioni per il periodo da gennaio a marzo sono di vendite per 7-7,3 miliardi di euro, sopra le attese di 6,87 miliardi, mentre per l’intero 2005 il volume di vendite di cellulari dovrebbe salire del 10%.

"Guardando allo sviluppo dei volumi, sembra che il mix dei prodotti abbia avuto un impatto positivo sullo sviluppo dei loro prezzo medi di vendita”, ha commentato Petri Arjama, analista di Handelsbanken.