All'inizio di questa settimana, ci sono state segnalazioni secondo cui la futura serie di smartwatch Galaxy di Samsung abbandonerà il sistema operativo Tizen di Samsung. Il rapporto afferma che gli smartwatch del marchio sudcoreano ora utilizzeranno invece il sistema operativo del colosso di Mountain View. La società afferma di prendere questa decisione al fine di migliorare la compatibilità dell'orologio con le applicazioni di terze parti.

TizenOS non verrà abbandonato del tutto, a quanto pare

Poiché il sistema operativo Tizen di Samsung è ampiamente utilizzato anche nelle smart TV Samsung, ci sono state domande sul piano dell'azienda in merito al software adottato sui televisori. Tuttavia, Samsung ha risposto ufficialmente che non abbandonerà il sistema operativo Tizen sui prodotti per l'entertainment.

In poche parole, la partnership tra Google e Samsung sembra che ruoti solo intorno agli smartwatch. Un portavoce di Samsung ha dichiarato: “Tizen è ancora la piattaforma predefinita per le nostre future smart TV“.

TizenOS by Samsung

Il rapporto di Samsung mostra che nel 2020 le vendite di smart TV del marchio rappresentavano il 31,8% del mercato globale. L'azienda continua a mantenere la sua posizione leader all'interno del settore delle telvisioni intelligenti da ben 15 anni a questa parte.

Alla fine del 2020, il 12,7% delle smart TV in tutto il mondo è dotato del sistema operativo Tizen di Samsung. Questo sistema è attualmente il più utilizzato per device intelligenti. Pertanto, Samsung non ha motivo di abbandonare questo software. Se non altro, altre aziende adotteranno il firmware per le loro televisioni a causa della compatibilità delle app.

Allo stesso tempo, Google ha recentemente rivelato che attualmente ci sono più di 80 milioni di dispositivi dotati del sistema Android TV nel mondo. Tuttavia, questo è un dato ancora molto lontano da quello dichiarato dalla rivale sudcoreana.

Lo sviluppo di un intero sistema operativo da zero non è affatto un compito facile. In primis, bisogna convincere gli sviluppatori a creare app per il software… ed è un compito difficile. La mancanza di app di terze parti sembra essere il motivo principale per cui Samsung ritornerà a collaborare con su Google. Tuttavia, ci aspettiamo che Samsung abbia in serbo delle modifiche sul sistema per fare in modo che questo possa godere di prestazioni migliori.

Fonte:ITHome