‘Il Gruppo Autostrade intende esaminare l’opportunità
di entrare nel mercato della telefonia fissa ed a tale proposito ha in corso
contatti con un gruppo internazionale leader nel campo delle telecomunicazioni
mirati alla valorizzazione della rete in fibra ottica’.

Questa è la sintesi del prospetto informativo
per il collocamento di Autostrade, dove si ricorda che il gruppo opera già
nel settore della telefonia mobile con il 32% di Blu, detenuto attraverso la
Sitec.

Nella conferenza stampa di ieri, è stato
chiesto all’Amministratore delegato di Autostrade, Pierluigi Ceseri, di precisare
meglio l’identità del possibile partner internazionale. Ceseri si È
pero’ limitato a spiegare di avere alcuni contratti con società primarie
per servizi di telefonia fissa, tra cui Tiscali, Swisscom, Mci-Worldcom e altri,
in qualità di ‘carrier di carrier’. Per quanto riguarda la telefonia
mobile, il presidente di Autostrade, Giancarlo Elia Valori ha indicato per Blu
l’obiettivo di raggiungere una quota di mercato del 13% entro il 2005.