Sembra che ci siamo: sta arrivando una soluzione alternativa per poter utilizzare Google Stadia con Android TV senza il supporto del mouse.

Google Stadia: come installarlo su Android TV

Finora, per navigare nel menù della piattaforma di cloud gaming di casa Google, era necessario l’ausilio di una periferica esterna con Android TV. Adesso, invece, con l’ultimo aggiornamento di Stadia alla versione 2.26, si risolve (in parte) questa problematica.

A giugno, infatti, la compagnia aveva rilasciato un update per l’app di Stadia, aggiungendo il supporto (non ufficiale) per Android TV. Per rendere i due sistemi compatibili c’era bisogno di collegare un mouse, un controller BT e di installare di Stadia su uno smartphone; il risultato? Decisamente non dei migliori, con il ridimensionamento dell’interfaccia che faceva pensare ad una versione Beta del software.

Adesso servirà comunque un mouse per installare il software di Stadia su Android TV, ma perlomeno non si necessita più della periferica per muoversi fra i menù del servizio. Questa notizia è importante per capire come il colosso di Mountain View stia continuando a lavorare sull’app di Stadia, rendendola più versatile.

Forse non dovremo nemmeno attendere troppo a lungo per provare il servizio in funzione correttamente su Android TV. Vi ricordiamo che per provarlo – ad oggi – basta seguire il semplice procedimento descritto dai colleghi di 9to5Google.

In primis, bisogna effettuare il sideload dell’ultima versione dell’app di Stadia, ovvero scaricarla e installarla manualmente mediante un APK esterno. In seconda battuta occorrerà avviarla mediante il launcher di Android TV e utilizzare il mouse per procedere nel processo di installazione. Ad ogni modo, trovate i passaggi, punto per punto, nel video riportato di seguito.

Una volta effettuato l’accesso alla piattaforma, potreste aver ancora bisogno del mouse per superare un nuovo prompt. Una volta fatto tutto, potrete giocare, con le dovute restrizioni. Il portale di Android TV Guide inoltre, suggerisce che con l’app remota di Shield, si può eludere la necessità di utilizzare un mouse esterno.

La parte più difficile di questo procedimento è rappresentata dal sideload dell’app; una volta superato questo scoglio però, non dovreste avere ulteriori problemi.

Fonte:9to5Google