L’azienda di Mountain View ha annunciato nel corso della Google for Games Developer Summit, Stadia Makers, ossia un programma a totale supporto degli sviluppatori di giochi Indie. Google infatti, garantirà subito un aiuto tecnico costante, kit di sviluppo e fondi e investimenti ai programmatori.

Google Stadia Makers: come funziona

Il colosso BigG sta cercando di investire quanti più fondi possibili nella sua piattaforma di cloud gaming Stadia, portando sul mercato quanti più titoli possibili. Il primo grande passo per l’infoltimento del catalogo prevede l’inserimento del programma Stadia Makers a totale supporto delle produzioni indipendenti, al fine di espandere le proprie opportunità di auto-pubblicazione sul sistema.

Stadia Makers è gestito da Google in collaborazione con Unity Technologies, azienda specializzata in creazione di motori grafici multipiattaforma. Il programma si baser- su alcuni concetti cardini, utili per tutti gli sviluppatori. In primis troviamo l’assistenza costante sul versante tecnico da parte del team di ricerca Unity. Ogni casa produttrice di videogiochi potrà avvalersi della consulenza della famosa società di software 3D al fine di creare prodotti di qualità impeccabili. In secondo luogo, si avranno fino a cinque kit di sviluppo, a seconda della grandezza del team di sviluppatori. Infine, si avranno, da parte di Google, cospicui finanziamenti per compensare alcuni dei tanti costi di sviluppo che si devono sostenere per portare i titoli su altre piattaforme.

Al momento il programma è disponibile per tutti i programmatori che realizzano giochi tramite Unity 2019.3 o versioni seguenti, e che prevedono di far uscire il proprio gioco entro la fine dell’anno corrente o nel 2021. L’unica opzione richiesta è quella di impegnarsi nell’offrire il massimo supporto a Stadia.

Google inoltre spiega che “Il programma inizierà in piccolo, ma punterà ad espandersi per spianare la strada a team di sviluppo di tutte le dimensioni che vorranno portare i loro giochi su Stadia”. 

Fonte:Stadia