Ci risiamo. A distanza di alcune settimane, il colosso giapponese Sony ha subito un nuovo attacco da parte di hackers.
 
Ad annunciarlo è la stessa Sony, la quale ha affermato che tra il 7 e il 10 ottobre sono stati trovati un grande numero di tentativi non autorizzati di sign-in sul PlayStation Network e su altre piattaforme che gestiscono i servizi di intrattenimento (Sony Online Entertainment)”.
 
Per questo motivo, l’azienda è stata costretta a sospendere temporaneamente ben 93 mila account, anche se è stato garantito che il “cyber-attack” non è riuscito ad appropriarsi dei dati più sensibili, ovvero i dettagli delle carte di credito.
 
Il quartier gènèrale di Sony a Tokyo
Il quartier gènèrale di Sony a Tokyo
 
Sony era già stata oggetto di tentativi del genere nel corso di quest’anno, con più di 100 milioni di account interessati.