Uno smartwatch o uno smartband ti possono offrire, orientativamente, la stima della saturazione di ossigeno nel sangue grazie alla funzionalità di saturimetro integrata. Non sono ancora molti i dispositivi che offrono questa funzionalità, ma ce ne sono già diversi in commercio. Per aiutarti a scoprire quali sono, abbiamo selezionato alcuni modelli di Huawei, Honor e Fitbit.

Attenzione, però: una recente ricerca dell’Università di Oxford ritiene del tutto inaffidabili queste misurazioni dal punto di vista clinico: meglio non affidarvisi quando si cerca qualcosa di più di una semplice indicazione, perché per la composizione di un vero quadro clinico si tratterebbe di misurazioni al di fuori di ogni base scientifica.

Smartwatch e smartband con saturimetro

La funzionalità di misurazione SpO2 che si può ottenere con un wearable ti ricordiamo che non è precisa come quella che si può ricavare utilizzando dei veri e propri saturimetri. Tuttavia, con questi dispositivi è comunque possibile avere a disposizione una stima dei dati. Ecco i modelli più interessanti, suddivisi per brand.

Fitbit

Nel caso dei wearable Fitbit, l’implementazione della funzionalità di misurazione SpO2 è ancora in fase di rilascio. Ecco i modelli che l’hanno ricevuta o la riceveranno:

Huawei

Honor

Smartband con saturimetro

La lista che ti abbiamo elencato include sia smartwatch che smartband e – soprattutto – ti permette di scegliere il tuo nuovo wearable con misurazione SpO2 fra diverse fasce di prezzo. Secondo noi, quello che al momento mette insieme il miglior rapporto fra qualità e prezzo è certamente Honor Band 5. Ti ricordiamo ancora una volta che non si tratta in alcun modo di apparecchi medicali, ma solo di funzionalità che permettono di stimare la saturazione di ossigeno nel sangue a partire dal polso.