Secondo quanto si apprende in rete, sembra che Sennheiser voglia vendere il suo business legato all’audio; i fan sperano che Google acquisti, in realtà, questo business. Come andrà a finire ma soprattutto, cosa sta succedendo?

Sennheiser vende, ma chi compra?

Per chi non lo sapesse, Sennheiser è un marchio molto popolare che realizza prodotti audio per i consumatori (cuffie di tutti i tipi) che per le aziende (sistemi Hi-Fi, microfoni da studio, sistemi di conferenza e amplificatori). Ora, l’azienda tedesca afferma di voler vendere la sua attività di consumo.

In una dichiarazione ufficiale rilasciata oggi, Andreas Sennheiser e Daniel Sennheiser, i co-CEO del marchio audio e nipoti del fondatore, hanno rivelato di essere alla ricerca di un partner che voglia investire nel loro business mentre concentrano le loro risorse sulle altre tre divisioni della compagnia. Di fatto, le aree di interesse di Sennheiser sono quattro: Pro Audio, Business Communications, Neumann e Consumer Electronics.

La sua attività di consumo produce cuffie e soundbar; la compagnia afferma di volere un partner in grado di sfruttare i punti di forza dei suoi prodotti, noti per offrire il miglior suono e un’esperienza sonora unica.

Per le altre tre attività invece, Sennheiser afferma che, concentrando le proprie risorse su di esse, sarà in grado di crescere a un ritmo superiore alla media e di espandere la propria posizione nel mercato globale. L’obiettivo di Sennheiser è far sì che tutte “le sue unità aziendali emergano rafforzate dal riposizionamento pianificato“.

I fondatori hanno dichiarato che presto inizieranno i colloqui con i potenziali partner. Tuttavia, ci sono già alcuni suggerimenti da parte del pubblico su chi dovrebbe essere l’azienda che potrebbe investirci su: Google.

Si ritiene che questa sia la giusta possibilità per il gigante della tecnologia americano di avere una propria attività audio, proprio come Apple ha acquisito Beats Electronics nel 2014. Se Google dovesse divenire partner commerciale di Sennheiser, questo permetterà di far crescere il proprio business che attualmente è limitato agli speaker Google Home e gli auricolari Pixel Buds. L’OEM di Mountain View sarà in grado di espandere la portata dei suoi servizi in più prodotti che spazierebbero in diverse categorie e fasce di prezzo. Inoltre, potrebbe essere bellissimo vedere la tecnologia di Sennheiser nei futuri dispositivi Pixel.

Fonte:Gizmochina