Secondo quanto si apprende in rete, sembra che Samsung stia aumentando il suo investimento in chip semiconduttori a ben 151 miliardi di dollari.

Samsung vuole diventare la regina dei chipset

Samsung è uno dei principali marchi al mondo nella creazione di chip per semiconduttori; già nel 2019 aveva annunciato che avrebbe investito oltre 115 miliardi di dollari entro il 2030 nelle sue attività legate alla costruzione di SoC.

Ora, il gigante tecnologico sudcoreano ha annunciato che starebbe aumentando l'obiettivo di investimento a ben 151 miliardi di dollari. Questo sviluppo arriva nel mezzo della peggiore carenza di chip globale degli ultimi decenni.

La società ha annunciato oggi di aver deciso di investire ulteriori 38 trilioni di KRW (circa 33,5 miliardi di dollari) nelle sue attività di chip logici, aumentando il suo obiettivo a 171 trilioni di KRW (circa 151 dollari).

Questo capitale sarà utilizzato nello sviluppo di tecnologie avanzate e nell'espansione della sua capacità di produzione. L'azienda ha due attività: Samsung Foundry (progetta chip logici) e System LSI (produce chip per altri brand). Di fatto, l'OEM sudcoreano sta investendo nel sistema LSI per accelerare la sua crescita nelle tecnologie new age come 5G, AI e guida autonoma.

Ha inoltre annunciato di aver avviato la costruzione di un nuovo impianto di chip chiamato P3 a Pyeongtaek, in Corea del Sud. Il nuovo sito inizierà la produzione di massa di chip DRAM a 14 nm e processori basati su EUV a 5 nm entro la seconda metà del 2022. È stato riferito che l'impianto P3 aprirà sei mesi prima del programma originale, il che significa che la società sarà flessibile su ciò che fabbricherà nella struttura.

Kinam Kim, vicepresidente e capo della divisione Device Solutions di Samsung Electronics, ha dichiarato:

L'intero settore dei semiconduttori sta affrontando un momento di svolta e ora è il momento di tracciare un piano per la strategia e gli investimenti a lungo termine. Per il business della memoria, dove Samsung ha mantenuto la sua posizione di leadership indiscussa, la Società continuerà a fare investimenti preventivi per guidare il settore.

Soltanto pochi giorni fa, Samsung ha svelato le prime unità DRAM basate su CXL del settore che verranno utilizzate nell'IA e nei server cloud da diverse compagnie. Tuttavia, nel segmento delle fonderie, è il secondo brand dopo TSMC.

L'obiettivo dell'azienda sudcoreana è sconfiggere TSMC entro la fine del 2030.

Fonte:SamMobile