Il Galaxy A80 è stato lanciato nel 2019 come il primo dispositivo Samsung a schermo intero senza tacca o foro; è stato in grado di raggiungere questo risultato semplicemente adottando un meccanismo motorizzato “flippabile” per la fotocamera, incastonato in una sorta di slider. Adesso, sembra che il colosso sudcoreano voglia lanciare l’erede di questo prodotto che, secondo quanto si ipotizza, verrà commercializzato con il moniker “Galaxy A82“. Pare perfino che sia stato avvistato su Geekbench con all’interno un processore di punta vecchio di due anni.

Galaxy A82: una mossa furba da parte di Samsung

Diversi risultati di benchmark del dispositivo in arrivo, individuato per la prima volta da Ankit, sono apparsi all’interno di Geekbench. Il telefono della discordia viene indicato con il nome “Samsung SM-A826S“. I punteggi sono tutti simili fra loro e i i risultati mostrano che il SoC del telefono (scheda madre) sarebbe il modello “msmnile”, ossia lo Snapdragon 855, la CPU di punta di Qualcomm del 2019. Questo è sicuramente un bel passo in avanti rispetto allo Snapdragon 730G che ha fatto il suo debutto all’interno del Galaxy A80, ma è strano che la compagnia coreana voglia adottare un chipset vecchio di due anni.

In realtà, non dovremmo essere troppo sorpresi in quanto, proprio di recente, Samsung ha dimostrato di utilizzare senza problemi i vecchi processori visti sulle ammiraglie del passato, all’interno di mediogamma di nuova uscita. Pensiamo al Galaxy F62 (M62 per i mercati internazionali), che dispone dell’Exynos 9825, lo stesso che alimentava la serie Galaxy Note 10.Un altro esempio? Il Galaxy Note 10 Lite che è stato lanciato all’inizio del 2020 con all’interno l’Exynos 9810 che si trovava sul top del 2018, il Galaxy S9.

La nostra ipotesi è che l’OEM abbia probabilmente molti di questi vecchi chipset in stock e il modo migliore per sbarazzarsene è immetterli nei nuovi dispositivi.

Il risultato di Geekbench mostra che il Galaxy A82 eseguirà Android 11 “out of the box” e che disporrà di 6 GB di RAM. Nonostante lo Snapdragon 855 non ha un modulo 5G integrato, rapporti precedenti hanno rivelato che il device in questione godrà del supporto per le reti di quinta generazione; ciò significa che userà un modem 5G separato.

Samsung dovrebbe lanciare il telefono nel giro di pochi mesi, ma ci aspettiamo che ulteriori dettagli, incluso il suo design, emergano prima di un annuncio ufficiale.

Fonte:Gizmochina