Redmi K30, lo smartphone che verrà presentato tra qualche ora dalla società nata da Xiaomi, è stato avvistato su AnTuTu con specifiche mozzafiato, a partire dal chip Snapdragon 765G, che promette di portare la fascia media dei telefoni verso una nuova epoca.

Redmi K30: il test su AnTuTu

Il fatidico 10 dicembre, giorno in cui il Redmi K30 metterà per la prima volta il piede nel mondo, è ormai alle porte. Tuttavia, la celebre piattaforma di benchmarking AnTuTu ha deciso di rivelare i risultati dei test effettuati sul dispositivo, mostrandoci caratteristiche che non lasceranno indifferenti chi ha già messo gli occhi sul futuro smartphone cinese.
Innanzitutto, balza in evidenza il punteggio ottenuto dal processore che troveremo a bordo del Redmi K30: parliamo dei 302.847 punti del fresco di “stampa” Snapdragon 765G di Qualcomm, SoC che si presenta con un biglietto da visita in cui evidenzia abilità performanti da diversi punti di vista.

Ma cosa sappiamo di questo nuovo chipset che è capace di raggiungere tali punteggi? Iniziamo con il dire che lo Snapdragon 765G – che porterà il 5G sui futuri medio di gamma – adopera il processo EUV a 7 nm, che ridimensiona il consumo energetico di circa il 35% rispetto a quello a 8 nm. Il chip, che è dotato di un core super large da 2,4 GHz, utilizza il nuovo Adreno 620 che, rispetto alle prestazioni grafiche dello Snapdragon 730, migliora di quasi il 40% la resa.

Dai rumor che hanno anticipato le specifiche sul Redmi K30, abbiamo imparato che il device verrà fornito con uno schermo LCD Full HD da 6,67 pollici con un foro che andrà ad ospitare ben due sensori dedicati alle chiamate e ai selfie. Buone notizie anche per quando riguarda la batteria che andrà ad alimentare il terminale: si parla di una da 4.500 mAh, supportata dalla tecnologia per la ricarica rapida da 30 W. Per tutto il resto, non ci resta che aspettare domani.

Fonte:Gizmochina