Con uno score complessivo di 95 punti, secondo DxOMark la fotocamera del Realme X2 Pro combina un sistema di imaging abbastanza capace con un telefono disponibile a un prezzo interessante. In estrema sintesi, l’azienda francese da un decennio che si occupa di testare la qualità dei sensori fotografici dei diversi device sul mercato ritiene che il Realme X2 Pro svolga bene i compiti base, foto e video sono generalmente adeguatamente esposti e messi a fuoco, ma rileva anche la presenza di troppi rumori in tutte le condizioni di illuminazione, artefatti non trascurabili e altri problemi che compromettono le prestazioni complessive.

Realme X2 Pro: i risultati dei test DxOMark

Il Realme X2 Pro è uno smartphone che sta suscitando parecchio interesse tra gli appassionati del mondo mobile. Dotato di un veloce processore Qualcomm Snapdragon 855+ e di un display SuperAMOLED FHD+ da 6,5 ​​pollici con frequenza di aggiornamento da 90Hz, una quadrupla fotocamera posizionata lungo la linea centrale della parte posteriore del telefono e composta da un sensore principale da 64 MP abbastanza grande (1/1,7”), fotocamera grandangolare da 8 megapixel con obiettivo f/2.2, un teleobiettivo con fattore di ingrandimento 2x da 13 megapixel (f/2.5, 52mm) e un sensore da 2 megapixel per rilevare la profondità.

Sul retro è anche presente un Flash a doppio LED. Il comparto fotografico è dotato di stabilizzatore elettronico dell’immagine (EIS) e consente di registrare Video 4K / 60fps.

Queste sono specifiche della fotocamera piuttosto importanti visto anche il prezzo di vendita abbastanza accessibile, che parte da 399 euro. Quello che subito salta all’occhio è la mancanza di stabilizzazione ottica dell’immagine.

Osservando le caratteristiche ci si aspettava dei risultati migliori dai test DxOMark.  Con un punteggio complessivo della fotocamera di 95, lo stesso che tre anni fa aveva ottenuto l’iPhone X, il Realme X2 Pro si trova appena fuori dai primi 40 device presenti nel database, anche a fronte della presenza di parecchi competitor diretti del device nella stessa fascia di prezzo, come l’Honor 20 Pro che però ha ottenuto un punteggio complessivo di 113.

Tra i punti di forza dell’X2 Pro, ci sono le esposizioni target, ritenute molto accurate in quasi tutte le situazioni, la capacità di catturare bene le scene HDR anche in condizioni di scarsa luminosità, la piacevole resa cromatica nelle scene all’aperto e la messa a fuoco automatica generalmente veloce e precisa.

Tra i contro si segnala che, con l’illuminazione per interni, il Realme ha una tendenza verso un cast arancione che porta a colori meno precisi e ad un colore della pelle innaturale. Inoltre i livelli di rumore riducono la qualità generale dell’immagine e la stabilizzazione video risulta inefficace.

In conclusione, secondo DxOMark, qualche anno fa i risultati ottenuti dalla fotocamera del Realme X2 Pro sarebbero stati sorprendenti, ma oggi, il settore è affollato di offerte concorrenti rivolte anche agli acquirenti attenti al budget, impedendo a questo device di brillare.

Fonte:DxOMark