Nel corso dei prossimi 12 mesi Wind potrebbe fondersi con Orascom, operazione che consentirebbe la quotazione in Borsa della società di telefonia mobile italiana; lo avrebbe dichiarato Naguib Sawiris, amministratore delegato di Orascom e a capo del consorzio Weather che ha acquisito Wind.
A fine mese arriveranno gli accordi conclusivi per la cessione di Wind da parte di Enel, poi Wind sarà impegnata in una ristrutturazione nell’ottica di ridurre i costi e migliorare l’efficienza, dopodiché arriverà la fusione con Orascom. L’obbiettivo di Sawiris sarà quello di diventare la quinta società nel mondo, con importanti acquisizioni in Europa e crescita nei mercati mediorentale e asiatico.