30.000 mAh rappresentano pressoché un’enormità per quelle che sono le necessità di ricarica che un normale utente può avere durante una giornata normale. Normale, appunto. Se le necessità non sono “normali”, ma proprio per questo motivo ancor più impellenti, allora bisogna ricorrere agli estremi rimedi per quelli che sono problemi estremi. Quale può essere un estremo rimedio? Una powerbank da 30.000 mAh, ad esempio.

Power X Q500, la powerbank estrema da 30000 mAh

Non ci si attenda un caricatore leggero e portatile, perché non è questo il caso: il suo ruolo è un altro e, alla luce di un costo di appena 39,99 euro, assolve in modo eccellente al proprio compito. Si tratta infatti di una PowerBank estrema, con una capienza difficile da trovare su questa fascia di mercato. Una risposta di alto livello per quelle che sono necessità particolari che potrebbero presentarsi a chiunque.

Power X Q500, infatti, è un caricatore con capacità ultraelevata, in grado di caricare fino a 6-10 volte uno smartphone di media capacità. Tutti i connettori sono dislocati sulla parte superiore, consentendo così di avere massima elasticità nella scelta delle modalità di ricarica. Dislocare tutti i connettori assieme, infatti, consente di mettere il Q500 in qualsiasi posizione, sapendo al contempo di poter caricare due device contemporaneamente.

Power X Q500 Powerbank

Una powerbank di questo tipo può servire per un weekend fuori casa o per un viaggio di qualche ora che richieda la possibilità di ricaricare facilmente un tablet, uno smartphone, un amplificatore Bluetooth o altri device di questo tipo senza avere l’impiccio di restare attaccati ad una presa di corrente. Q500 è libertà, insomma, potendo così animare tanto un lungo trasferimento in auto quanto una lunga giornata all’aria aperta: che si sia in piscina o al mare, che ci si diverta in camper o ci si riposi su un’amaca, avere un Q500 alla portata significa non restare mai senza autonomia e poter tranquillamente esagerare con i consumi.

Le caratteristiche

Il dispositivo Q500 può essere caricato utilizzando una delle opzioni seguenti:

  • USB Tipo-C
  • Micro USB
  • Lightning

La ricarica di altri device, invece, può avvenire tramite:

  • USB DC 5V – 2.1A
  • USB DC 5V – 1A

Power X Q500: connettori di ricarica

Estrema elasticità di scelta e di opzioni disponibili, insomma, per poter utilizzare con la massima elasticità un caricatore pensato per rispondere ad una molteplicità di situazioni. Il tutto, soprattutto, senza vincoli: avere connettori di ogni tipo a disposizione significa poter fornire ricarica a qualsiasi device senza dover temere problemi di compatibilità. A scuola come al lavoro, in vacanza come in auto, la powerbank Q500 è una garanzia di ricarica a cui poter attingere senza margini di errore.

Il display indica chiaramente il quantitativo di carica residua disponibile, mentre un doppio click sul pulsante di accensione è in grado anche di attivare un led di emergenza in grado di fornire ore di luce in caso di necessità. L’utilizzo è del tutto semplice e la scocca regala una sensazione di grande robustezza: solido e compatto, con dimensioni pari a 160x82x33 millimetri, essenziale nei controlli (1 solo pulsante disponibile) ed immediatamente comprensibile nelle indicazioni proiettate a display.

Power X Q500

Una soluzione di backup estrema, ma a basso costo, che permette quindi di regalare massima serenità alle proprie ore di tempo libero o a qualche uscita di lavoro con tempi serrati. Una capienza tanto ampia, inoltre, libera altresì dalla necessità di ricaricare la powerbank stessa: una volta caricato un dispositivo, infatti, la carica residua sarà talmente ampia che non richiederà di dover cercare un alimentatore con cui ripristinare il livello: l’indicatore percentuale garantirà sulla carica rimanente e basta una carica una tantum per garantire giornate intere di riserva. La carica, inoltre, permane anche in assenza di utilizzo: nessun problema sul lungo periodo, insomma, e la certezza di avere sempre un’ampia batteria a disposizione dalla quale poter attingere.

Problemi estremi? Estremi rimedi, con estrema capacità di ricarica, laddove estrema è la necessità di mantenere vivi i propri dispositivi per poter godere appieno di connessione, contenuti, intrattenimento. Anche in mobilità, soprattutto in mobilità.