Si avvicina la data del 5 marzo,
nella quale probabilmente si metterà la parola fine alla pantomima che da oltre
un anno identifica le sorti del quarto operatore GSM italiano, Blu.

Proprio nei giorni scorsi, Autostrade
Sitech, che detiene il 32% di Blu, ha affermato che l’opzione di liquidare l’azienda
è sempre più probabile. Infatti, nonostante la ricerca spasmodica di un acquirente,
nessuna società ha fatto una seria offerta di acquisto per Blu. Ecco, quindi,
che la soluzione di liquidare l’azienda, per poi vendere infrastrutture di rete
e frequenze a pezzi, pare l’ipotesi più probabile. Tale soluzione porterà al
licenziamento di oltre 2.000 dipendenti di Blu. Per loro il futuro che non c’era
continuerà a non esserci.