Outriders di Square Enix è arrivato su Stadia lo stesso giorno in cui è approdato su console e PC. Finalmente le cose iniziano a muoversi e a cambiare sul lato della distribuzione dei titoli. Dopo il debutto difficoltoso del servizio di gaming in cloud di BigG, pare che le grandi realtà ora stiano investendo anche su questa piattaforma.

Outriders: da ieri si trova anche su Stadia

Da quando Google ha annunciato che il braccio di sviluppo first-party di Stadia, Stadia Games & Entertainment, sarebbe stato chiuso, ci sono state molte previsioni online sull’imminente morte della piattaforma, ma Google sembra, in realtà, impegnata a mantenere il suo impegno preso con il pubblico. Anzi, ora più che mai, sembra che l’interesse verso questo servizio sia vivo e vegeto. Prendiamo il caso di oggi: l’attesissimo sparatutto RPG di Square Enix, Outriders è stato lanciato nella giornata di ieri 1 aprile, sia su console Sony e Xbox, che su PC ma anche all’interno della piattaforma di gaming streaming.

Per chi non lo sapesse, Outriders è uno sparatutto in terza persona, fantascientifico, RPG (con così tanti trattini, deve essere buono) sviluppato da People Can Fly, uno studio noto per aver lavorato sul  franchise Gears of War.

I giocatori dovranno utilizzare una combinazione di armi futuristiche, insieme ad armi magiche per combattere i mostri nodosi sul pianeta Enoch. Dal punto di vista del gioco, sembra un po’ un mix fra Gears e Destiny, con un pelo di Anthem. Il gioco è progettato per essere giocato da solo o in cooperativa con un massimo di tre giocatori.

All’inizio di quest’anno, Google ha annunciato che, nonostante la chiusura di SG&E, prevede di portare più di 100 giochi di terze parti su Stadia quest’anno. Se la maggior parte di questi titoli saranno capolavori a tripla A come questo, forse Stadia come piattaforma consumer non è condannata, dopotutto.

Fonte:Android Police