I soci del consorzio Symbian hanno
effettuato una nuova raccolta di fondi per dare il via alla prossima fase di
sviluppo del sistema operativo. L’ammontare di tale somma è di 35 milioni di
Euro, divisa a seconda delle quote azionarie detenute dai soci Motorola, Nokia,
Psion, Matsushita e Sony Ericsson Mobile, che ha preso il posto di Ericsson
nella composizione dell’azienda.

I nuovi fondi permetteranno di
continuare lo sviluppo del sistema operativo, in modo particolare in vista dell’uscita
sul mercato di diversi nuovi prodotti. Infatti finora sono stati messi in vendita
ben pochi dispositivi dotati di Symbian OS. Se si eccettua il Nokia 9210
e l’Ericsson R380,
restano solo i terminali di Psion, come il Revo,
il Revo
Plus
o il 5
mx
, alcuni dei quali addirittura quasi fuori produzione. Da qui la necessità
di aggredire al più presto il mercato, visto anche l’avvicinarsi della concorrenza
della piattaforma Stinger di Microsoft.

Intanto entro luglio 2002 uscirà
il primo terminale GPRS dotato di Symbian OS, il Nokia 7650,
nel quale sono riposte molte aspettative dalla casa finlandese. A dire il vero
il primo cellulare GPRS con Symbian OS sarebbe dovuto essere il prodotto sviluppato
congiuntamente da Motorola e Psion, che avrebbe dovuto vedere la luce entro
la fine dello scorso anno. Purtroppo le note difficoltà economiche di ambedue
le aziende, Psion in particolare, che aveva anche espresso intenzione di fuoriuscire
da Symbian, hanno fatto cancellare il progetto.

Symbian continua, tuttavia, ad
andare avanti, con una serie di società che hanno richiesto la licenza per produrre
nuovi terminali con Symbian OS. Si tratta di Fujitsu, Sanyo, Kenwood e Siemens,
che, pur non facendo parte a pieno titolo del consorzio, ne utilizzeranno il
sistema operativo per produrre nuovi smart phones. Nokia ha confermato l’uscita
del 7650 per metà 2002 ed ha ricordato che, entro il 2004, oltre la metà dei
propri terminali 3G saranno dotati di Symbian OS. Nello stesso tempo Panasonic
(marchio con il quale Matsushita vende in Europa e negli USA), ha dichiarato
che lancerà sul mercato un terminale GPRS con Symbian OS entro la fine del 2002,
a cui seguiranno diversi terminali 3G, sempre basati su Symbian OS. Infine Sony
Ericsson ha ammesso che Symbian sarà un punto fondamentale nello sviluppo dei
propri futuri terminali GPRS e 3G, anche e soprattutto per le tantissime aziende
che stanno sviluppando applicazioni aggiuntive per questo sistema operativo.