Ancora una volta Infostrada, principale concorrente
di Telecom Italia per quanto riguarda i servizi telefonici da rete fissa, si
prepara a rivoluzionare il mercato italiano, con l’introduzione di nuove opzioni
che abbatteranno due dei fattori che influiscono sulla spesa delle nostre chiamate,
la distanza ed il tempo.

Con la nuova opzione ‘Spazio Zero’, a disposizione
dei clienti Infostrada a partire dal prossimo 15 aprile, al costo di L. 10.000
mensili, si potranno effettuare le chiamate regionali e nazionali allo stesso
prezzo delle telefonate urbane. In altri termini, almeno dal punto di vista
telefonico, con la nuova opzione ‘Spazio Zero’, l’Italia diventerà un’unica
grande città.

La seconda novità arriva con ‘Tempo Zero‘,
che dal 1° maggio permetterà di effettuare,
senza alcun limite, chiamate locali, regionali e nazionali. Con questa opzione
viene eliminato un altro criterio storico nella tariffazione telefonica: quello
rappresentato dal fattore tempo. L’opzione ‘Tempo Zero’ sarà sottoscrivibile
al costo di L. 95.000 mensili e comprenderà anche 10 ore mensili di collegamento
Internet gratuito

Le opzioni ‘Tempo Zero’ e ‘Spazio
Zero’ andranno ad arricchire il servizio Pronto 1055, l’offerta dedicata da
Infostrada alla clientela residenziale, e potranno essere attivate dal cliente
al momento della sottoscrizione dell’abbonamento oppure chiamando il 155, nel
caso di clienti già attivi.

La terza novità riguarda
il prezzo per le chiamate dirette verso tutti i telefoni cellulari, con
l’eliminazione a partire dal 1° aprile della distinzione fra telefoni cellulari
family e business.

Dal primo aprile, chiamare dalle
8 alle 18.30, dal lunedì al venerdì e dalle 8 alle 13 del sabato
costerà 540 lire / min e solo 265 lire / min dalle 18.30 alle 8, dal
lunedì al venerdì, il sabato dalle 13 sino a mezzanotte e, per
l’intera giornata, la domenica e le festività (IVA e scatto alla risposta
di 200 lire eslcusi).