Gli sviluppatori di Nokia stanno lavorando ad una nuova tecnologia peer-to-peer (P2P), simile a quella adottata nei diffusissimi software Kazaa, Gnutella ed Emule, ma pensata appositamente per i telefoni cellulari. Grazie alla tecnologia ‘parallel index clustering’, i cellulari degli utenti che utilizzeranno i nuovi servizi P2P che Nokia sta sviluppando, saranno in gruppi, all’interno dei quali ogni utente potrà accedere ai contenuti dei cellulari degli altri partecipanti, ovviamente solo ai files che si deciderà di condividere.

Il software P2P sviluppato da Nokia è attualmente in fase di sperimentazione e supporta immagini e testi, come le immagini scattate con la fotocamera, gli MMS e gli SMS. L’intenzione della casa finlandese è comunque quella di aggiungere il supporto ai brani musicali, ferme restando le giustificabili obiezioni che arriveranno dalle industrie discografiche, da sempre attente allo scambio illecito di canzoni attraverso i network P2P.