In occasione del Mobile Commerce
World Europe 2001 Conference, Nokia presenta il nuovo portafoglio elettronico
per cellulari, inserito come applicazione nell’imminente 6310. Il nuovo servizio assicurerà l’accesso ad una vasta serie di applicazioni per condurre transazioni economiche on line via WAP.

Ogni utente potrà conservare le informazioni personali all’interno del borsellino virtuale che si trova nel cellulare, per utilizzarle nel corso di transazioni economiche on line. Tutti
i dati contenuti all’interno del borsellino, per essere utilizzati, devono venire
autenticati tramite un apposito codice personale, per evitarne l’uso in caso
di furto del terminale.

Il servizio è stato sviluppato da Nokia congiuntamente a IBM, Radiolinja e Luottokunta. All’interno del 6310 è stato anche implementato il WIM (Wireless Identity Module), per fare in modo
che chi compia transazioni on line non possa utilizzarle in maniera fraudolenta.
Nel progetto borsellino elettronico Nokia ha messo il suo 6310, IBM e Luottokunta
hanno sviluppato i POS (Point of Sale) da consegnare ai negozianti che volessero
dare la possibilità di effettuare pagamenti tramite cellulare e Radiolinja ha
messo a punto una speciale SIM Card WIM, con capacità di effettuare firme digitali
per ulteriore sicurezza.

Il borsellino elettronico del 63