Alla fine di gennaio Nokia 9 PureView, nuova ammiraglia dell’azienda finlandese, potrebbe approdare nei porti di tutto il mondo. La multinazionale del Nord Europa potrebbe far debuttare il suo nuovo device a fine mese durante un evento che si terrà a Dubai: il Nokia 9 PureView dovrebbe essere disponibile per gli utenti già a partire da febbraio, ma non sarà un device all’altezza dei top di gamma concorrenti che verranno lanciati nel corso del 2019. Altre indiscrezioni puntanto al MWC 2019 come red carpet per il lancio del device.

Nokia 9 PureView: non all’altezza dei top di gamma

Il nuovo device di casa di Nokia andrà ad affiancarsi ai top di gamma di altre aziende che vedranno la luce nei mercati internazionali durante tutto il 2019: sarà di certo difficile fronteggiarsi con essi, poiché le ammiraglie di casa Samsung e Huawei ad esempio, con rispettivamente la gamma Galaxy S10 in versione (classica, Lite e Plus) e Huawei con P30 Pro avranno, di certo, hardware più recenti.

Il Nokia 9 PureView sarà probabilmente dotato di un display QHD + da 5,9 pollici con tecnologia PureView, di un processore Qualcomm Snapdragon 845, supportato da 8 GB di RAM e di un massimo di 128 GB di spazio di archiviazione. Altre caratteristiche note includono Android 9 Pie, un corpo resistente all’acqua e una batteria da 4,150 mAh. Alcuni rumor raccontano della possibilità che un’edizione con Snapdragon 855 sia nei piani dell’azienda.

La presentazione del telefono è fortemente in ritardo: in ogni caso, si è sufficientemente certi che la sua arma vincente – collegata al settore fotografico – potrà far scusare la dilatazione dei tempi tecnici per preparare il device per la commercializzazione. Lo smartphone di punta di HMD Global sarà infatti provvisto di 7 fori totali nella parte posteriore: 5 fotocamere Carl Zeiss, accompagnate da un flash LED e dall’autofocus laser; a queste si uniranno anche il Retake, il Refocus e il Dual Camera Zoom.

Sul prezzo del top di gamma dell’azienda finlandese non ci sono ancora notizie definitive, ma si parla di un costo non alla portata di tutte le tasche.

Fonte: Androidheadlines