Secondo quanto emerge in queste ore, sembra che WhatsApp abbia promesso di non disabilitare l'account degli utenti che non accetteranno le nuove norme sulla privacy.

WhatsApp: cosa cambia dal 15 maggio?

I funzionari di WhatsApp Messenger hanno dichiarato che non disabiliteranno i profili degli utenti che non vogliono accettare le nuove regole sulla privacy. Ma, in futuro, i dissidenti potrebbero dover affrontare limitazioni dovuti alla funzionalità della piattaforma. A scrivere di questo è il portale di CNET.

Le nuove regole di WhatsApp entreranno in vigore il 15 maggio, ma l'azienda darà agli utenti più tempo per fornire il proprio consenso. Tra poche settimane, il servizio inizierà a inviare regolarmente notifiche agli utenti per ricordare loro le impostazioni.

La maggior parte delle persone ha già adottato le nuove regole sulla privacy, secondo i rappresentanti di WhatsApp. Se qualcuno non dovesse accettare, potrebbe trovarsi di fronte a funzionalità limitate in futuro. Che cosa esattamente questo comporterà… non è specificato. Un portavoce dell'azienda ha così ribadito:

Per coloro che non hanno ancora avuto la possibilità di farlo; i loro account non verranno eliminati né perderanno funzionalità il 15 maggio.

WhatsApp ha annunciato le modifiche alla sua policy nel gennaio 2021. Grazie a queste, la piattaforma potrà scambiare dati con il social network Facebook. Per questo motivo, abbiamo visto molte critiche al servizio da parte degli utenti, tra cui Elon Musk. Sullo sfondo dello scandalo tra gli utenti, la popolarità dei concorrenti – Telegram e Signal – è cresciuta.

Nelle notizie correlate, sappiamo che la società sta lavorando ai messaggi effimeri che scompaiono dopo un determinato lasso di tempo. Fra le altre novità, la piattaforma ha integrato la modifica alla velocità di riproduzione delle note audio… una vera e propria salvezza per gli amanti delle note vocali, ma soprattutto per coloro che odiano ascoltare i messaggi ma che devono farlo obbligatoriamente.

Fonte:CNET